rotate-mobile
Cronaca

Dalle tramvie a Peretola: vertice Nardella-ministro Giovannini

Il punto a Firenze su infrastrutture e trasporti. Sul tavolo investimenti complessivi per 3 miliardi e 250 milioni di euro

Un'ora e mezzo di incontro tra il Sindaco di Firenze Dario Nardella e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Enrico Giovannini, con tutti i vertici del ministero, Rfi e Anas per fare il punto sulla città metropolitana di firenze.
Per Firenze era presente il Sindaco Nardella con l'assessore Stefano Giorgetti, il direttore alla mobilità e infrastrutture Vincenzo Tartaglia e il Direttore generale di Comune e Città Metropolitana Giacomo Parenti.
La discussione ha toccato tutti i principali progetti della Città Metropolitana. Sul tavolo investimenti complessivi per 3 miliardi e 250 milioni di euro.

Confermato l’impegno del Mims sulle tramvie. Linee Bagno a Ripoli e Campi già finanziate con i fondi Pnrr. Il Sindaco Nardella ha chiesto al Ministro di completare tutto il sistema tranviario con la linea di Sesto Fiorentino. Per questa sono necessari 230 milioni di euro. L’impegno che Nardella si è preso con il Ministro è quello di contribuire a raggiungere un accordo con l’Università di Firenze e il Comune di Sesto e la Regione per il tracciato della linea, senza il quale il Ministero non può provvedere al finanziamento. Inoltre il Comune di Firenze manderà una integrazione del progetto per evitare la rottura di carico della Tramvia tra Sesto e Firenze in corrispondenza dell’aeroporto di Peretola. Nardella ha infine invitato il Ministro a visitare il cantiere della linea di San Marco che partirà a marzo.

Brt. Per il completamento della mobilità di area metropolitana Nardella ha candidato al finanziamento con i fondi PNRR o fondi statali le due linee di BRT “Jumbo Bus”: la prima che collega Poggibonsi a Osmannoro (60 mln euro circa) e la seconda che collega Greve in Chianti con Rovezzano, “linea del Chianti” (ca. 30 milioni). Su questo punto il Ministro ha fatto aperture in riferimento al prossimo avviso pubblico del Ministero per il finanziamento sui progetti di trasporto rapido di massa. Peraltro lo stesso Mims ha già finanziato proprio la progettazione delle due linee, che infatti la Città metropolitana ha già realizzato allo stadio di fattibilità tecnico-economica.

Tramvia e pali alla stazione, Giorgetti: “Li toglieremo”. Ma non tutti

Nardella ha sollecitato il Ministero sul fronte delle Autostrade: devono infatti ancora partire i lavori sulla A1 Incisa - Valdarno (ca. 500 milioni) e sulla A11 per la terza corsia Firenze - Pistoia e svincolo di Peretola (altri 500 milioni circa). Il Ministro ha risposto che occorrerà attendere la chiusura dell’accordo tra ASPI e Governo sul nuovo modello di gestione della rete autostradale italiana. Su questo punto il Ministro si è detto fiducioso per una conclusione rapida che sbloccherà i lavori autostradali sul territorio della Città Metropolitana di Firenze.

Altro punto trattato nel vertice, l’Alta Velocità. La Ad di Rfi, Vera Fiorani, ha confermato la partenza dello scavo del sottoattraversamento con la fresa a settembre. Inoltre è confermato anche l’impegno per la fermata ferroviaria di Guidoni, per la quale si prevede la fine dei lavori entro il 2025. Anche sulla stazione Circondaria, relativa all’accessibilità alla Stazione AV “Foster” è confermato il finanziamento di 48 milioni di euro con fondi PNRR.
Rfi ha inoltre presentato un piano di investimenti per 75 milioni sulle stazioni ferroviarie dell’area metropolitana: Sesto e Figline per un totale di 7 milioni già realizzati; Guidoni, Pontassieve ed Empoli per un totale di 37 milioni (da realizzare entro il 2025); Signa Incisa e Certaldo per 31 milioni di euro (da progettare nel 2025). Tempi di realizzazione di questi interventi entro il 2025.

Piazza Libertà, gioia e dolore delle tramvie": la riflessione della Cisl sul traporto pubblico locale

Viabilità. Confermati per la Città Metropolitana un totale di finanziamenti di 15 milioni nel periodo 2021-2026 per l’area Mugello, Bisenzio, Valdisieve. Previsto inoltre un finanziamento di 33 milioni alla Regione, da trasferire alla Città Metropolitana per l’adeguamento della FI-Pi-Li, ponti e viadotti. Altri 3 milioni sulla SR 2, Cassia. Confermato infine il finanziamento tramite fondi FSC alla Regione, di 49 milioni di euro per realizzare il ponte di Lastra a Signa.

Anas ha annunciato un investimento di 70 milioni di euro nel 2022 per la manutenzione programmata delle quattro grandi strade statali che interessano la città metropolitana: Ss 65 (la Futa); Ss 67 (Tosco - Romagnola); Raccordo Siena - Firenze; SS 719. Per le nuove opere, Anas si impegna a investire 31 milioni per lo svincolo Fibbiana sulla Ss 67; 95 milioni per l’adeguamento della Ss 67 tra SanFrancesco e Dicomano.

Tramvia, sulle pensiline nuovo scontro con la Soprintendenza. Nardella: "Ne parlerò al governo"

Aeroporto. Nardella ha confermato al Ministro l’intenzione di procedere con l’ampliamento dell’aeroporto per operare in condizioni di sicurezza e ridurre l’impatto ambientale sulle popolazioni di Brozzi, Quaracchi e Peretola. Il sindaco ha rassicurato il Ministro sull’attività di ricerca di un punto di accordo con tutti gli enti locali coinvolti e sul lavoro della Regione Toscana in questa direzione.

Fondi Pinqua. Sindaco e Ministro hanno convenuto sulla necessità di trovare 1 miliardo e 200 mln euro per completare il finanziamento di tutte i progetti in graduatoria. In questo modo i 3 progetti del Pinqua (Piano di Rigenerazione Urbana) del Comune di Firenze e uno della Città Metropolitana potranno essere finanziati (il totale è di 60 milioni di euro).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle tramvie a Peretola: vertice Nardella-ministro Giovannini

FirenzeToday è in caricamento