rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Calcio

Twente-Fiorentina 0-0: a Enschede basta un pari, viola ai gironi di Conference

Pari senza reti tra olandesi e viola al De Grolsch Veste nel ritorno dei playoff di Conference League. La squadra di Italiano spreca, colpisce un palo e vive un finale da brivido con rosso a Igor e intervento salva risultato di Terracciano

La Fiorentina supera il playoff con il Twente e accede alla fase a gironi di UEFA Conference League. Nella gara di ritorno contro gli olandesi, giocata a Enschede, è bastato un pari senza reti per consentire il passaggio del turno alla squadra di Vincenzo Italiano che all'andata a Firenze aveva avuto la meglio 2-1.

Bravi i gigliati a resistere all'atmosfera infuocata del De Grolsch Veste e alla carica mostrata dal Twente soprattutto nelle battute iniziali dell'incontro. Nel corso della gara la Fiorentina ha avuto più opportunità per portarsi in vantaggio ma non è riuscita a capitalizzarle un po' per imprecisione (vedi Ikoné e Jovic), un po' per sfortuna (palo di Mandragora). La viola ha sofferto fino alla fine, difendendo il vantaggio dell'andata e rimanendo anche in 10 nei minuti finali per il doppio giallo mostrato a Igor.

Soddisfazione per la squadra del presidente Rocco Commisso che può festeggiare l'ingresso nel tabellone principale della terza competizione europea per club organizzata dalla UEFA. Domani il sorteggio in cui verranno rivelate le avversarie della prossima fase.

Twente-Fiorentina: la cronaca

Pronti, via e il Twente crea subito il primo pericolo con un colpo di testa di Misidjan su assist di Vlap, decisivo l'intervento di Venuti, Bonaventura poi spazza via. Spinti dal pubblico di casa, i Tukkers premono alla ricerca del gol, a cui vanno vicinissimi al 17': su azione nata da corner, Vlap si ritrova il pallone in ottima posizione e calcia, Terracciano è battuto ma Cabral, appostato sulla linea riesce ad evitare un gol già fatto e a spazzare via il pallone. Risponde pochi istanti più tardi la Fiorentina: Ikoné semina il panico sulla destra ed effettua un traversone basso insidiosissimo, allontanato con qualche apprensione dalla difesa olandese. Il match si riaccende nel finale di tempo, con un calcio piazzato dai 20 metri di Sottil leggermente deviato e con un grande intervento di Unnerstall che in tuffo riesce a respingere in corner. Pochi istanti più tardi la replica del Twente con un tiro di Zerrouki respinto da Terracciano, bravo poi a bloccare anche il tentativo di ribattuta di Sadilekl. Al 41' ancora protagonista Sottil: azione travolgente sulla sinistra, ingresso in area e tiro, Unnerstall si rifugia ancora in angolo. Dagli spalti piovono bicchieri vuoti all'indirizzo dei viola che riescono a concludere la prima frazione sullo 0-0.
 
La ripresa inizia senza cambi per entrambe le squadre. Il Twente torna in campo con aggressività e va subito al tiro con Misidjan da posizione defilata, Terracciano para senza problemi. Rischiano moltissimo i viola al 51': Misidjan va via a Venuti sull'out mancino, entra in area e crossa, Cerny calcia a botta sicura ma trova il salvataggio determinante di Igor che devia in corner. Poco prima ci aveva provato Sottil con un'altra conclusione respinta dal portiere di casa, l'azione era poi sfumata per fallo di mano di Ikoné. Al 55' episodio clamoroso: Unnerstall esce dall'area di rigore per anticipare Ikoné lanciato in campo aperto, la panchina viola invoca un intervento dell'arbitro per un sospetto tocco di mano, il direttore di gara Petrescu, però non ravvisa infrazioni. Primo cambio allo scoccare dell'ora di gioco, Mandragora prende il posto di Maleh. Pochi minuti più tardi doppia mossa dalla panchina anche per Jans: dentro Rots e Tzolis per Cerny e Misidjan. Subito pericoloso il nuovo entrato Tzolis, prima con un destro dalla distanza facile da controllare per Terracciano, poi con un piazzato a giro dal limite che chiama al grande intervento il portiere viola. A 20' dalla fine Italiano manda in campo Jovic e González per Cabral e Sottil. González inventa subito un passaggio al bacio per mandare a rete Ikoné, il francese però indugia troppo e il suo sinistro viene respinto da Unnerstall, l'azione poi sfuma. Si dispera Italiano in panchina. Scene vergognose al De Grolsch Veste dove continua il lancio di oggetti dagli spalti sui giocatori e la panchina viola. All'86' Fiorentina vicinissima al vantaggio: Jovic dalla trequarti scodella un pallone morbido in area, Mandragora si coordina perfettamente in rovesciata ma colpisce in pieno il palo, sfortunatissimo il centrocampista a un passo da un gol bellissimo. Durante i 6' di recupero rosso per somma di ammonizioni per Igor, allontanato per perdita di tempo. Dentro Benassi e Martinez Quarta per Ikoné e Bonaventura. Incredibilmente la Fiorentina spreca un altro contropiede incredibile. Provvidenziale all'ultimo istante l'intervento in tuffo di Terracciano sul colpo di testa di Brenet.

Twente-Fiorentina 0-0: il tabellino

TWENTE (4-2-3-1): Unnerstall; Brenet, Propper, Hilgers (81' Bruns), Smal; Zerrouki, Sadilek (81' Ugalde); Cerny (67' Rots), Vlap (88' Steijn), Misidjan (67' Tzolis); van Wolfsvinkel. A disp.: El Maach, Tyton, Brama, Cleonies, Everink, Kjolo, Salah-Eddine. All. Jans

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Maleh (60' Mandragora); Ikoné, Cabral (71' Jovic), Sottil (71' González). A disp.: Gollini, Dodò, Terzic, Martinez Quarta, Nastasic, Benassi, Duncan, Saponara, Kouamé. All. Italiano.

Arbitro: Petrescu (ROM)
Assistenti: Ghinguleac - Grigoriu (ROM)
IV: Birsan (ROM)

Note - ammoniti Ikoné, Maleh, Gollini, Igor (F), Propper, Sadilek, Hilgers, Jans (T). Recupero: 3' pt - 6' st.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Twente-Fiorentina 0-0: a Enschede basta un pari, viola ai gironi di Conference

FirenzeToday è in caricamento