rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Calcio

Super Green Pass per i ragazzi dai 12 anni in su, Mangini chiede chiarimenti a FIGC e LND sulle problematiche che escludono i non vaccinati

Con una nota ufficiale, il Comitato Regionale Toscana ha chiesto chiarezza per trovare una soluzione per i tanti ragazzi di età compresa fra i 12 e i 15 anni che non possono effettuare sport in assenza del Green Pass Rafforzato

Come ormai noto, dallo scorso 10 gennaio, per tutti gli atleti dai 12 anni in su, per svolgere l'attività agonistica, compresi gli allenamenti, è obbligatorio essere muniti del Super Green Pass, ovvero essere vaccinati o essere guariti dal Covid-19. Una manovra che, soprattutto tra i genitori dei ragazzi che giocano a calcio, ma non solo, ha portato tante polemiche, in quanto in questa fascia di età, tanti piccoli atleti non risultano vaccinati, e quindi esclusi dall'attività sportiva. 

Ecco che allora Il Presidente del Comitato Regionale Toscana, Paolo Mangini ha messo all'attenzione di LND e FIGC le problematiche connessse, come riportato in un comunicato ufficiale:

"Il Presidente Mangini dopo aver pubblicamente evidenziato nei giorni scorsi le problematiche, sportive e sociali, che potevano sorgere con l'introduzione dell'obbligatorietà del Green pass rafforzato per gli atleti di età superiore ai 12 anni, in particolare per la fascia tra i 12 e 15 anni, ha portato all'attenzione della Lega Nazionale Dilettanti e del Settore Giovanile e Scolastico Nazionale, la difficile e delicata situazione che interessa molte società e famiglie. Sia la Lega che il Settore hanno investito del problema le autorità competenti e la stessa Federazione Italiana Giuoco Calcio per tutelare gli interessi delle società nelle interlocuzioni con le istituzioni di riferimento"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super Green Pass per i ragazzi dai 12 anni in su, Mangini chiede chiarimenti a FIGC e LND sulle problematiche che escludono i non vaccinati

FirenzeToday è in caricamento