rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Calcio

Lech Poznan-Fiorentina, Italiano: "Sogniamo di andare avanti. L'approccio farà la differenza"

Il tecnico della Fiorentina intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del quarto di finale di Conference League in casa dei polacchi accompagnato dall'argentino Nico González

Vincenzo Italiano ha parlato alla vigilia di Lech Poznan-Fiorentina, quarti di andata di Conference League. "Quando si arriva a questo punto della competizione tutte le squadre hanno valore. Il Lech in casa è temibile, per caratteristiche assomiglia ad altri avversari che abbiamo affrontato in precedenza. Bisogna lavorare con maturità, loro hanno esterni che possono farci male sulle ripartenze. L'approccio farà la differenza. Dobbiamo stare attenti a quando avremo la palla".

La sfida coi polacchi rappresenta ancora un banco di prova importante per i viola: "Domani avremo un altro esame, l'ennesimo di questa stagione. Proveremo a farci trovare pronti, è un quarto di finale. Sogniamo di andare avanti, ma le condizioni giuste dobbiamo crearle noi. Lo scorso anno abbiamo lottato per questo, e anche all'inizio della stagione con i play-off. Siamo cresciuti tantissimo negli ultimi mesi. I nostri attaccanti stanno segnando, e mi auguro ci riescano anche domani. Non pensiamo di essere favoriti, le possibilità sono 50 e 50. Ci sono 180 minuti da giocare".

Finora è stato un percorso importante ed esaltante anche per il tecnico dei gigliati, alla prima esperienza europea della sua carriera: "Il cammino fatto finora mi ha fatto maturare. Grazie a questi ragazzi, alla loro duttilità siamo riusciti  a modificare le nostre abitudini, a utilizzare certi ragazzi in zone del campo che prima non vedevano nemmeno. Ma non vogliamo mollare perché il bello arriva adesso".

In compagnia di Italiano c'era anche Nico González. "Domani sarà una partita importante per tutti, anche per chi starà in panchina - ha detto l'argentino -. Chi gioca dovrà metterci l'anima. Abbiamo studiato il Lech, è forte ma vediamo domani se possiamo portare a Firenze un risultato positivo".

Sulle sue senzazioni personali: "Per me domani sarà una gara importante, sento che posso fare quello che so fare. Voglio far vedere chi è il vero Nico e voglio che per me sia una bella serata".

Il clima sarà infuocato: "Ci saranno 43.000 tifosi ma in campo saremo 11 contro 11, il resto non conta. Questa partita va vinta con la testa e lottando su ogni pallone. Se faremo quello non avremo problemi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lech Poznan-Fiorentina, Italiano: "Sogniamo di andare avanti. L'approccio farà la differenza"

FirenzeToday è in caricamento