Cronaca Viali / Viale Spartaco Lavagnini

Viale Lavagnini, al via la rivoluzione del traffico: una solo corsia verso la Fortezza

Iniziano i lavori per la sostituzione del Tubone dell'acquedotto in previsione della tramvia verso San Marco. Da lunedì 1 febbraio restringimento in viale Matteotti. L'assessore Giorgetti: "Scegliete percorsi alternativi"

Parte stamani, sabato 30 gennaio, la rivoluzione traffico su viali per far posto ai cantieri della posa (sotto il lato esterno, sulla destra in direzione Fortezza, di viale Lavagnini e viale Matteotti) del nuovo "tubone" di 120 centimetri di larghezza che porta l'acqua dall'Anconella alla Piana e Prato. Lasciando inutilizzato quello attuale e vecchio al centro, da dove passerà la nuova tramvia Fortezza-San Marco: per non bloccarla a ogni riparazione. Lo scrive La Repubblica.

Cambiano dunque le regole del traffico in viale Lavagnini, nel tratto tra via Leone X e la Fortezza e da lunedì in viale Matteotti. Su viale Lavagnini rimarrà una sola corsia in direzione piazza della Libertà-Fortezza a partire da via Leone X dove, arrivando da piazza della Libertà, si imboccherà la corsia unica verso la Fortezza del Viale Lavagnini o si andrà nella stessa direzione da viale Milton, oltre che verso lo Statuto.

Viale Lavagnini: spostati i semafori per i lavori

In direzione Fortezza-piazza della Libertà, spiega ancora La Repubblica, si viaggerà su tre corsie invece delle attuali quattro e quella di sinistra servirà per svoltare, anche da lì, in via Leone X e poi imboccare o viale Milton o via Lorenzo il Magnifico: sia per andare alle Cure, sia per proseguire in direzione Campo di Marte. Evitando così l'imbuto dei viali, da piazza della Libertà-via Capponi-piazza Savonarola-via della Robbia e da lì riprendere i viali in piazza Donatello attraverso via degli Artisti, o proseguire a dritto.

In viale Lavagnini sparirà l'attraversamento per pedoni e bici che verrano compensati da una pista pedo-ciclabile sul controviale dalla parte dello Student Hotel, mentre resterà l'attraversamento di viale Strozzi, dove verrà chiusa la corsia del controviale sul lato edifici, ma si svolterà lo stesso in via Lorenzo il Magnifico dalla corsia lato sottopasso.

Lunedì verrà chiusa una corsia per parte in viale Mattotti, fin poco dopo via Fra Bartolomeo. Resteranno solo due corsie, invece di tre, in tutte e due le direzioni, si perderanno i posti sosta sul controviale in corrispondenza dei cantieri, tranne per i residenti con passo carrabile e i mezzi di soccorso. L'incrocio di via Fra Bartolomeo verrà chiuso a tratti.

"Iniziamo nel fine settimana — spiega a La Repubblica l'assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio, Stefano Giorgetti — per approfittare del minor traffico, ma la vera prova sarà da lunedì, quando si tornerà a lavorare". Gli attuali cantieri si chiuderanno il 20 marzo, ma sono solo due dei sette programmati per sostituire il tubone e che dureranno fino a giugno, quando inizieranno quelli veri e propri della tramvia Fortezza-Lavagnini-Matteotti-via Cavour—San Marco e ritorno da via Lamarmora, che dovrebbe essere realizzata a fine 2022.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Lavagnini, al via la rivoluzione del traffico: una solo corsia verso la Fortezza

FirenzeToday è in caricamento