rotate-mobile
Cronaca

Corridoi universitari, tre studenti rifugiati studieranno all'università di Firenze

Due provengono dalla Somalia e uno dall'Eritrea

Sono arrivati questa mattina in Italia, all'aeroporto di Roma Fiumicino, 37 dei 45 studenti rifugiati destinatari delle borse di studio del progetto UNICORE - University Corridors for Refugees dell’UNHCR, l'Alto commissariato per i diritti umani dell'Onu, che proseguiranno quest’anno il loro percorso accademico in uno dei ventotto atenei italiani. Fra gli studenti anche un ragazzo e una ragazza che studieranno all’Università di Firenze.

Gli studenti del progetto UNICORE - iniziato nel 2019 – provengono da Eritrea, Somalia, Sudan, Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo e sono stati selezionati sulla base del merito accademico e della motivazione, attraverso un bando pubblico, da una commissione di selezione individuata da ciascuna università.

La studentessa si iscriverà al corso di laurea magistrale ‘Geography, Spatial Management, Heritage for International Cooperation’. Lo studente studierà invece ‘International Relations and European Studies’, entrambi provengono dalla Somalia.

Grazie ai partner del progetto, tra cui il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Caritas Italiana, Diaconia Valdese, il Centro Astalli, Gandhi Charity, e un’ampia rete di partner locali, gli studenti riceveranno un sostegno adeguato per portare a termine gli studi e integrarsi nella vita accademica e sociale.

Insieme ai due studenti somali è arrivato in Italia anche un terzo giovane dall’Eritrea: risultato terzo nella graduatoria del bando del progetto UNICORE dell’Ateneo fiorentino, potrà studiare alla magistrale ‘Natural Resources Management for Tropical Rural Development’ grazie al contributo messo a disposizione dal Dipartimento di Scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali Unifi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corridoi universitari, tre studenti rifugiati studieranno all'università di Firenze

FirenzeToday è in caricamento