menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Oliver Graumnitz da Pixabay

Foto di Oliver Graumnitz da Pixabay

Tramvia, rapinata con una bottigliata in testa: fermato dalla polizia 

La squadra mobile ha fermato il presunto autore della rapina di via Marignolli

Ieri la polizia di Stato ha arrestato l'uomo ritenuto responsabile della brutale rapina avvenuta venerdì nei pressi della tramvia nel tratto compreso tra Novoli e Ponte di Mezzo. A finire in manette, grazie alle immediate indagini della squadra mobile, è stato un cittadino nigeriano di 31 anni, accusato della rapina ai danni di una 48enne peruviana colpita con una bottigliata per portarle via il telefonino.

Il cittadino straniero, già noto alle forze di polizia, proprio pochi giorni prima dell’episodio era stato denunciato per un’analoga rapina messa a segno con le stesse modalità e sempre ai danni di un cittadino sudamericano.
La sua ultima vittima ha raccontato alla polizia che intorno alle 14.00 di venerdì, dopo essere scesa dal tram, si era incamminata in via dei Marignolli e stava effettuando una chiamata con il proprio cellulare.

Durante il tragitto la donna è stata avvicinata da un cittadino straniero con i capelli “rasta” che, dopo averle chiesto di consegnarle il telefonino, senza aspettare alcuna risposta, l’ha colpita sulla fronte con una bottiglia, strappandole l’oggetto di mano.

La scena è stata notata da un passante, un cinquantenne fiorentino, che ha inseguito il rapinatore chiedendogli di restituire il maltolto. Quest’ultimo, raggiunto in via Mariti, ha lanciato il telefonino contro il suo inseguitore continuando a brandire in mano la bottiglia rotta e riuscendo così ad allontanarsi.

Le indagini dei “falchi” della mobile si sono subite concentrate su quell’episodio avvenuto in zona alcuni giorni prima con le stesse modalità e che vedeva come indagato proprio il 31enne nigeriano. L’uomo è stato subito riconosciuto sia dalla vittima della rapina di venerdì, sia da un paio di testimoni.

Gli investigatori hanno poi passato al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona grazie alle quali sono riusciti a ricostruire la via di fuga del rapinatore e ad evidenziare gli abiti indossati durante il colpo. Ieri mattina, ricercato dagli agenti, il cittadino nigeriano è stato rintracciato intorno alle 10.00 in via Baracca. Nel suo zainetto la polizia ha recuperato gli stessi vestiti che aveva al momento della rapina. L’uomo, sottoposto a fermo in attesa di convalida, è finito a Sollicciano, indiziato del reato di rapina e lesioni.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento