rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Procura di Roma, Creazzo battuto. Il neo procuratore capo della Capitale è Prestipino

La scelta del plenum del Csm a maggioranza. L'ombra del "caso Palamara" sul voto

Il procuratore capo di Firenze Giuseppe Creazzo non sarà il nuovo procuratore capo di Roma. La procura della Capitale è stata infatti affidata all'attuale reggente della stessa, Michele Prestipino.

Il Csm, sulla cui votazione gravava l'ombra del “caso Palamara”, si è diviso sulla scelta del neo procuratore capitolino. Dopo due votazioni, Prestipino ha battuto gli altri candidati: il procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi e appunto quello di Firenze.

Scelto dal plenum del Csm a maggioranza, Prestipino prende il posto di Giuseppe Pignatone, di cui era vice, andato in pensione a maggio scorso. Una scelta di continuità, dunque.

Così Palazzo dei Marescialli prova a voltare pagina dopo lo scandalo sul tentativo di condizionamento delle nomine dei vertici di alcuni degli uffici giudiziari più importanti d'Italia, che ha visto il coinvolgimento dell'ex consigliere del Csm Luca Palamara, indagato per corruzione dalla procura di Perugia.

Proprio il lavoro degli inquirenti umbri, aveva costretto nei mesi scorsi la quinta commissione del Csm a interrompere il lavoro sulla nomina per l'ufficio direttivo di Roma e a ripartire da zero. Alla fine, al ballottaggio il procuratore aggiunto di Roma ha prevalso su Lo Voi, per 14 preferenze contro 8.

Prestipino ha raccolto le preferenze dei 5 consiglieri di Area Dg, di Davigo, Pepe e Marra di A&I, di Ciambellini, Mancinetti e Grillo di Unicost, del Pg Salvi e dei laici M5s Benedetti e Gigliotti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Procura di Roma, Creazzo battuto. Il neo procuratore capo della Capitale è Prestipino

FirenzeToday è in caricamento