rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

PalaWanny: riapre il cantiere, lavori al via ad inizio 2020

Tornano le ruspe in via del Cavallaccio. Il patron: "Entro l'anno il primo palazzetto. In 13-14 mesi finiremo tutto"

Eppur si muove: tornano le ruspe al PalaWanny, la struttura progettata e realizzata nella zona di San Bartolo a Cintoia, a Firenze, dal Bisonte, società di A1 del Volley femminile. Dopo la posa della prima pietra a maggio, in piena campagna elettorale, lo stop ai lavori arrivato ad agosto e denunciato dai cittadini a FirenzeToday.

In questi giorni il cantiere è stato riaperto e forse si riparte davvero. Sono state tolte le pietre che circondavano l'area, che è in corso di risistemazione dopo il blocco. I lavori sono pronti a ripartire con l'inizio del nuovo anno.

A confermarlo a FirenzeToday è lo stesso patron del Bisonte, Wanny Di Filippo: "Sì, il Comune ha deliberato e i lavori potranno ripartire - spiega contattato telefonicamente - dobbiamo aspettare 45 giorni dopo l'approvazione dell'atto da parte del Comune per poter ripartire".

Di Filippo, che ha messo a disposizione 6 milioni di euro per realizzare l'opera in città, ci aiuta anche a stimare i tempi della realizzazione. "Entro l'anno prossimo contiamo di inaugurare il primo palazzetto, quello che ci servirà per gli allenamenti", sottolinea. "Ma in 13-14 mesi da quando ripartiremo, contiamo di completare anche la struttura principale", aggiunge.

Sempre che qualche ostacolo burocratico non torni a farsi vivo intorno a via del Cavallaccio, dove l'opera dovrà sorgere: "Ci accontentiamo di quello che è possibile fare", esclama Di Filippo, fra il rassegnato e il fatalista. Ma con immancabile umorismo.

Via del Cavallaccio: cantiere fermo invaso dalle pietre

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PalaWanny: riapre il cantiere, lavori al via ad inizio 2020

FirenzeToday è in caricamento