rotate-mobile
Cronaca Campo di Marte

Ecco come sarà il nuovo Campo di Marte intorno allo stadio / FOTO

Presentato il progetto di fattibilità tecnico economica. Tutte le novità: tramvia, negozi, parcheggi. E cosa accadrà a giardino, mercato, pista da skate

Il nuovo Campo di Marte sarà un grande parco urbano attrezzato e l’intero quartiere, che avrà nel nuovo stadio Franchi la sua icona di riconoscibilità, sarà attrattivo e vivo per residenti e visitatori tutti i giorni dell’anno e non solo in occasione delle partite di calcio: è quanto prevede il progetto di riqualificazione del quartiere messo a punto da Arup e MCA – Mario Cucinella Architects. Arup è il responsabile delle strategie di sostenibilità e MCA è il progettista del masterplan del parco e dei suoi edifici integrati.

Con la realizzazione dell’intervento di rigenerazione urbana a Campo di Marte saranno creati oltre 400 posti di lavoro ed è prevista una presenza giornaliera media tra addetti alle varie attività e visitatori di oltre 2.500 persone, pari a circa 1 milione di presenze annue.

Stadio, l’annuncio di Nardella: “Ok del ministero al progetto di restyling”

Il progetto di fattibilità tecnico economica, presentato a Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella, dall’associate Director di Arup David Hirsh, dall’architetto Mario Cucinella fondatore e direttore creativo di MCA - Mario Cucinella Architects, dall’ingegnere Luca Tiozzo Project Leader di MCA e dall’architetto Michele Olivieri Project Director di MCA, riguarda la riqualificazione dell’area di Campo di Marte situata tra viale Ferruccio Valcareggi/viale Pasquale Paoli e viale Manfredo Fanti.

E si pone l’obiettivo di contribuire alla rigenerazione complessiva dell’area di circa 26 ettari, facendone un tassello fondamentale non solo della riqualificazione dello stadio Franchi, ma di tutta la città. Alla presentazione del progetto erano presenti anche gli assessori all’Urbanistica Cecilia Del Re e alla Mobilità Stefano Giorgetti e il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi.

Il Masterplan

Il team di progettazione del masterplan, che comprende anche la riqualificazione dello stadio Franchi, ha sviluppato un progetto urbano con l’obiettivo di coniugare al meglio: qualità spaziale, benessere ambientale ed efficienza funzionale. Il progetto prevede di estendere la zona verde, antistante lo stadio, creando un parco che dialoga direttamente con il quartiere i cui servizi, tra cui il mercato rionale, saranno inclusi organicamente nel disegno, immaginato come ‘foglia verde’.

Stadio Franchi, l'Ordine degli Ingegneri: “Attendiamo dettagli su viabilità e parcheggi, è una priorità”

Il masterplan promuove un ‘cut-and-fill balance’ pari a zero, prevedendo per la realizzazione del parco il riutilizzo sul posto della terra proveniente dagli scavi eseguiti per realizzare il parcheggio sotterraneo e l’ampliamento del parcheggio a servizio dello stadio.

L’area interessata dalla riqualificazione vedrà la realizzazione della nuova linea tramviaria 3.2.2 e di un nuovo parcheggio di interscambio a servizio della stazione ferroviaria, con circa 3.000 posti auto. Il progetto di riqualificazione del quartiere punta anche a valorizzare la mobilità ciclopedonale, definendo un sistema in continuità con quello esistente, che attraversa il centro storico della città.

Masterplan Campo di Marte: ‘Comparto sud’ e ‘Comparto nord’

Nel ‘Comparto sud’, al di sotto della punta sud-est del manto verde, in corrispondenza di viale Paoli, dove oggi c’è il campo sportivo di ACF Fiorentina, è previsto l’inserimento di spazi con funzioni miste, pensati per incrementare l’offerta di servizi e spazi pubblici del nuovo Campo di Marte: è prevista la realizzazione di circa 4.350 mq di superfici terziarie con uffici e spazi eventi, di una struttura ricettiva di circa 5.300 mq con spazi di ristorazione, di aree spa e il mantenimento della palestra esistente, attualmente utilizzata dall’ACF Fiorentina, che verrà convertita all’uso pubblico e inglobata all’interno della nuova struttura in legno, prevista a copertura del nuovo insediamento e sulla quale sorgerà il parco pubblico.

Nuovo stadio Franchi, 40mila posti e spettatori più vicini al campo: “Porterà 25 milioni di ricavi l'anno”

Lo spazio urbano del nuovo insediamento direzionale e turistico-ricettivo è strutturato a partire dalla realizzazione di una grande corte pubblica, parzialmente coperta dalla trama lignea che sostiene il parco pensile, e illuminata da un sistema di ampie aperture che mettono in relazione la nuova piazza con lo spazio verde soprastante, generando l’immagine di una galleria pubblica. La nuova piazza sarà racchiusa a sud-est, verso via Paoli e l’Unione Sportiva Affrico, dagli spazi dedicati ad attività ricettive, articolati su 4 livelli. Al piano terra sono previsti, insieme alla lobby di ingresso alla struttura alberghiera, un’area lounge bar e un ristorante aperti al pubblico, entrambi direttamente accessibili da via Paoli, dove saranno realizzate ampie aree verdi e pedonali.

Nuovo stadio Franchi, "vizi di forma" sui progetti: partono i ricorsi

Dalla lobby si accede ai tre piani superiori, che ospiteranno circa 90 camere di varie metrature, studiate per garantire all’hotel un livello adeguato a una struttura a 5 stelle o 4 stelle superior, e all’area spa, collegata ai piani superiori da un blocco scale e da un ascensore dedicati alla circolazione interna degli ospiti, per evitare interferenze con gli utenti delle aree pubbliche d’attesa e ristorazione, che si trovano al piano terra.

Clicca per continuare a leggere come sarà il nuovo Campo di Marte intorno allo stadio

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco come sarà il nuovo Campo di Marte intorno allo stadio / FOTO

FirenzeToday è in caricamento