rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Maltempo: dopo il nubifragio scatta la conta dei danni

Scombussolato il mercato allo Stadio. Fitte sulle auto per la grandine, tetti scoperchiati, strade invase da rami e tronchi. Danni ingenti a Bivigliano

Dopo il temporale che ieri, a partire da metà pomeriggio, ha flagellato a più riprese la città, ora scatta la conta dei danni. I più ingenti riguardano i banchi dell'evento "Campo di Marte in Fiera", il mercato domenicale che si stava svolgendo, nel momento del nubifragio, nel piazzale del Mandela Forum.

Vento, pioggia ma anche notevoli chicchi di grandine si sono abbattuti anche sulle colline intorno a nord di Firenze. Il Comune di Vaglia ieri ha aperto il centro operativo comunale della protezione civile, proprio a seguito delle grandinate che hanno colpito soprattutto la località di Bivigliano, dove diverse famiglie sarebbero rimaste fuori casa. Grossi danni anche al parco mezzi e al tetto degli ambulatori della Misericordia. Surplus di lavoro anche a Signa per la Pubblica Assistenza locale.

signa-maltempo

Va ricordato che il maltempo era stato ampiamente previsto e segnalato dalla protezione civile e dalla Regione e l'iniziale allerta meteo era stata anche prolungata.

La Città metropolitana ha segnalato numerosi problemi registrati sulla viabilità. In particolare sulla Sp 17 (in località Leccio, Reggello) e sulla Sp 56. A San Polo è caduto un palo della luce. Altri problemi per la viabilità sono occorsi sulla Sp 4 (in località Chiesanuova), Sp 34 (Bagno a Ripoli), Sp 84 (Molin del Piano), Sp 85 (Pian di Melosa), Sp 69 (Sant’Ellero e San Clemente, Figline); Sp 102  (Bivigliano); Sp 302 (alla Colla); Sp 306 (Salecchio – Palazzolo),  Sp 57 (Vaggio) e Sp 8 (alla Chiusa, Calenzano). 

Danni al mercato e strade impraticabili

Pezzi di gazebo sono volati sul viale Paoli e sul viale Manfredo Fanti a Firenze, così come molta merce, finita sull'asfalto durante il mercato. Difficoltà anche per la circolazione, la qual cosa ha costretto agli straordinari la polizia municipale. Grande lavoro anche per le squadre dei vigili del fuoco, impegnati a liberare carreggiate da rami e tronchi caduti a macchia di leopardo un po' in tutta la città: dal viale dei Mille a via de Bastioni, da via Piazza Calda a viale Giovine Italia.

I rami caduti e la grandine hanno danneggiato alcune auto, così come il vento forte ha fatto volar via le tegole da alcuni edifici e palazzi cittadini. Danni e allagamenti anche in provincia, specie nel Mugello e in Valdisieve. Al buio molte case tra le Sieci e le Galchiere, da una parte e dall'altra dell'Arno.


Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo: dopo il nubifragio scatta la conta dei danni

FirenzeToday è in caricamento