menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

Signa: preleva soldi con carta bancomat rubata a una pensionata

Denunciata una donna per ricettazione e indebito utilizzo carta di credito

Prelievi fraudolenti con una carta di debito rubata. Sono stati i carabinieri di Signa a denunciare una cinquantenne fiorentina, già nota alle forze dell’ordine, con l’accusa di ricettazione ed indebito e continuato utilizzo di carta di credito.

L’attività dei militari dell’Arma è iniziata a seguito della denuncia di una pensionata, alla quale, in altra occasione, era stato sottratto il portafoglio mentre era intenta a fare la spesa al supermercato. La vittima, che imprudentemente, forse per non dimenticarlo, si era annotato il codice del bancomat in un biglietto all’interno del proprio portafogli, aveva segnalato anche il successivo utilizzo fraudolento della sua carta, con la quale erano stati effettuati più prelievi presso una banca di Signa.

I carabinieri hanno immediatamente acquisito le immagini delle telecamere a circuito chiuso dello sportello ATM presso cui erano stati prelevati i contanti e del sistema di videosorveglianza cittadina. Dall’incrocio e dalla minuziosa analisi dei filmati, i militari sono riusciti a ricostruire i movimenti dell’autrice dei prelievi fraudolenti fin dal suo ingresso a Signa, arrivando a dare un nome e cognome a colei che, probabilmente, pensava di farla franca nascondendosi dietro un paio di occhiali da sole ed una mascherina chirurgica.  

La donna è stata denunciata in stato di libertà per il reato di ricettazione e indebito e continuato utilizzo di carta di credito.

Lastra: anziana derubata dai badanti


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Cantieri stradali: i lavori della settimana 

  • Cronaca

    Casi coronavirus: 520 nuovi casi positivi e 21 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento