Montespertoli: discarica 'fantasma' di rifiuti speciali pericolosi interrati al centro di equitazione

Trovati olio motore, 100 pneumatici, batterie, televisori, plastiche, persino un trattore. L'Arpat dispone analisi approfondite

Rifiuti speciali pericolosi, ricoperti da vegetazione e interrati, sono stati scoperti a Montespertoli, nel chianti fiorentino, presso una scuderia di cavalli e sul terreno adiacente di un'altra proprietà a ridosso del torrente Pesa.

L'ispezione al centro di equitazione, volta a verificare la regolarità dell’insediamento e l'eventuale presenza di rifiuti, è stata effettuata dai carabinieri forestali della stazione di Tavarnelle Val di Pesa, Arpat, ispettori del Comune e polizia municipale.

L’indagine è stata condotta con operazioni di scavo e con verifiche presso le diverse strutture edilizie, i box dei cavalli e le aree della scuderia, nonché su un terreno adiacente di altra proprietà, posto a ridosso dell’alveo del torrente Pesa.

montespertoli2

In tutte queste aree sono stati rivenuti rifiuti di vario genere, anche pericolosi, ricoperti di vegetazione e interrati, tra cui: pneumatici fuori uso per auto e trattore, un trattore a ruote in stato di abbandono, batterie per veicoli, attrezzature agricole arrugginite, due motocicli, un veicolo ape, un televisore, travi e bancali in legno, materassi, teli di plastica, materiali edili e sanitari.

È stato rinvenuto un cumulo di oltre 100 pneumatici fuori uso sul retro dei box dei cavalli, a valle del deposito temporaneo di letame, gestito irregolarmente in quanto depositato in concimaia superando i limiti temporali e di capienza del bacino di contenimento.

montespertoli3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'esito degli accertamenti, gli operatori hanno segnalato quanto scoperto a enti e autorità competenti e proposto l’adozione di una serie di provvedimenti. Considerata inoltre la pericolosità di alcuni rifiuti rinvenuti, ad esempio l’olio da motore, Arpat ha annunciato che dovrà verificare lo stato di contaminazione del terreno superficiale sul quale si trovano gli stessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento