menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini: "Ritardi sugli over 80", esposto in procura contro la Regione

Pm indagano anche su 'imbucati' nelle prenotazioni on line e al Mandela hub

Stefano Sandri, negli anni Ottanta presidente dell'Efim (Ente di partecipazioni e finanziamento delle industrie manifatturiere), ha presentato un esposto alla procura di Firenze "essendo plausibile ipotizzare che le gravi conseguenze associate ai ritardi nella vaccinazione dei più anziani avrebbero potuto essere evitate, se la platea degli aventi diritto non fosse stata allargata". Lo scrive il quotidiano Domani.

Il requisito dell'età anagrafica, più volte 'consigliato' da Draghi in ragione del numero di morti tra gli over 70, sarebbe quindi stato disatteso dalla Regione, secondo l'esposto. E gli over 80 sarebbero rimasti indietro nelle somministrazioni del siero nonostante fossero inseriti - al pari degli operatori sanitari - tra le categorie prioritarie.

Questo avrebbe anche causato l'aumento del numero di ospedalizzati, ricoverati in terapia intensiva, morti che si potevano forse evitare. In particolare, Sandri punta il dito sull'utilizzo del Pfizer, il vaccino che avrebbe dovuto coprire i più anziani ma che, invece, sarebbe stato somministrato un po' a tutti, indistintamente.

I dati nel mirino

Eppure la Toscana - chiosa il Giornale - ha ricevuto 428.000 dosi Pfizer, su 641.800, in anticipo rispetto alle altre Regioni. Il sospetto è che la Regione abbia vaccinato con il Pfizer oltre 160mi1a giovani, che non appartenevano alla categoria degli operatori sanitari.

Covid, FdI: "Spuntati 40mila vaccini fantasma, serve commissione d'inchiesta"

Secondo l'esposto, riporta sempre il Giornale, 234.155 dosi sarebbero state somministrate al personale sociosanitario ma secondo l'Istat sono 72.553 i soggetti che in Toscana appartengono a questa categoria: anche calcolando due dosi a testa i conti non tornano. La Regione, quindi, avrebbe vaccinato almeno 40mila persone in più rispetto al totale dei sanitari.

La lista degli 'imbucati'

La Procura di Firenze, inoltre, sta già indagando su un elenco di ben 57mila persone individuate dai Nas che hanno ricevuto la vaccinazione senza averne diritto. Nel portale della Regione Toscana si sarebbero iscritte migliaia di altre persone che si sono spacciate per insegnanti o appartenenti a professioni che avevano diritto alla vaccinazione. Mentre molti volontari del 118 delle Misericordie ancora aspettano il loro turno.

Il caso 'Mandela hub'

In più, nel fascicolo della procura è finito anche il "caso Mandela hub", ovvero i vaccini avanzati e somministrati a chi era disponibile, compresi - parrebbe - parenti e amici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento