rotate-mobile
Cronaca

Carcere di Sollicciano, detenuto appicca fiamme in cella: agente intossicato

Situazione esplosiva, la denuncia del sindacato

Un detenuto ha appiccato un incendio ieri sera, intorno alle 21.30, nella sua cella all'interno del carcere fiorentino di Sollicciano, causando panico tra gli altri reclusi per il fumo diffusosi nelle celle. L'episodio ha causato anche l'intossicazione di uno degli agenti intervenuti.

A rivelarlo è il sindacato Uilpa polizia penitenziaria, spiegando che il fuoco è stato spento grazie all'intervento del personale con tre estintori.

L'agente intossicato è stato portato in ambulanza in ospedale, dove è rimasto ricoverato l'intera notte.

“Quanto accaduto non è un caso isolato. Scene di violenze e danneggiamenti che si verificano nei carceri dell'intero territorio nazionale sono ormai all'ordine del giorno”, commenta Antonio Mautone, segretario della Uilpa polizia penitenziaria di Firenze.

In questi giorni l'impianto di riscaldamento dentro al carcere è rotto e i detenuti sono al gelo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere di Sollicciano, detenuto appicca fiamme in cella: agente intossicato

FirenzeToday è in caricamento