Piazza della Vittoria: prosegue il taglio degli alberi dopo le proteste

Gli attivisti: "Adesso chiamiamola piazza della Vergogna"

Foto Facebook di Beppe Miceli, profilo Associazione piazza della Vittoria

Prosegue il taglio degli alberi, pini, in piazza della Vittoria, dopo le proteste dei giorni scorsi da parte di attivisti e comitati, a cominciare da quelli dell'associazione piazza della Vittoria.

Secondo l'attuale progetto di riqualificazione resteranno in piedi 13 degli attuali pini, mentre saranno tagliati, o sono già stati tagliati nei giorni scorsi, altri 24 alberi. Alla fine della riqualificazione, sottolinea Palazzo Vecchio, ci saranno nella piazza 68 nuovi giovani pini (compresi i 13 che in teoria per ora restano in piedi, anche se potrebbero essere tagliati più avanti perché quasi sicuramente durante i lavori subiranno danni alle radici).

La rabbia delle persone che hanno protestato, tra le sigle anche Fridays For Future e studenti del Dante, è stata aumentata dal fatto che gli alberi abbattuti erano tutti in classe di propensione al cedimento B o C, quindi ritenuti 'sani' e in teoria non a rischio cedimento.

Come ha ammesso in commissione ambiente lo stesso tecnico incaricato dal Comune di verificare la situazione, il taglio è "funzionale" alla riqualificazione. In sostanza, è più semplice riqualificare tagliando tutto e ripiantando.

Nei giorni scorsi la portavoce dell'associazione peraltro ha avuto un malore ed è stata portata via in ambulanza.

"Sarebbe proprio il caso di rinominarla piazza della Vergogna ed assegnare ad un'altra piazza il nome Vittoria, ormai inadatto a questo luogo. Gli abitanti si sono dimostrati totalmente assenti, pavidi e succubi: gli amministratori sono riusciti ad inculcare nella popolazione fiorentina l'idea che il pino è un killer in attesa di una vittima da aggredire", scrive sul profilo Facebook dell'associazione Beppe Miceli, postando la foto che vedete sopra.

Abbattimenti di pini sono iniziati domenica scorsa anche in via Mariti e qui proseguiranno nelle prossime due domeniche, 23 febbraio e 1° marzo. (Foto sopra tratta Facebook, di Beppe Miceli, profilo Associazione piazza della Vittoria).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

  • Coronavirus: in Toscana altro balzo in avanti, 906 nuovi casi. Cinque decessi, tutti a Firenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento