Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio

Fiorentina-Inter 1-2: viola battuti in rimonta, la Coppa Italia è nerazzurra

González illude i gigliati con un gol in avvio ma Lautaro Martinez ribalta il punteggio con una doppietta regalando la coppa ai suoi

Come 9 anni fa la Fiorentina è costretta ad arrendersi in finale di Coppa Italia. In uno stadio Olimpico completamente esaurito i viola sono stati battuti 1-2 in rimonta dall'Inter.

Eppure la partita per gli uomini di Vincenzo Italiano si era messa subito in discesa con il gol di Nico González dopo soli tre minuti. Galvanizzata dalla rete del vantaggio la formazione viola ha disputato una prima frazione di gara con buona personalità, avendo anche più di un'opportunità per raddoppiare.

Col trascorrere dei minuti, però, l'Inter è cresciuta diventando sempre più pericolosa in contropiede e alla mezz'ora ha trovato il pari con Lautaro Martinez. Lo stesso Lautaro ha raddoppiato con un gran gol poco prima che le squadre rientrassero negli spogliatoi per l'intervallo. Nella ripresa i viola hanno provato in tutti i modi a riequilibrare il risultato, avendo le occasioni più nitide nel finale con Jovic, ma il serbo, come già avvenuto in altri momenti topici di questa stagione, non è riuscito a capitalizzare le opportunità.

Inevitabile la delusione dei calciatori e dei sostenitori viola, accorsi in massa per sostenere la squadra: ancora rimandato l'appuntamento con la vittoria della settima coppa nazionale, l'ultimo trionfo resta quello del 2001.

Mancato uno dei due obiettivi di questo finale di stagione, ora la squadra di Italiano dovrà provare a smaltire la tristezza più rapidamente possibile, concentrandosi sulle prossime due gare di campionato contro Roma e Sassuolo: serve la mente sgombra per preparare al meglio la finale di Conference League del 7 giugno contro il West Ham che a questo punto diventa l'appuntamento clou dell'annata viola.

I tifosi ringraziano la Viola nonostante sia stata sconfitta

Fiorentina-Inter: la cronaca

Viola in vantaggio 180 secondi dopo il calcio d'inizio con González che avvia e conclude l'azione. L'argentino recupera palla e cede a Bonaventura che apre a sinistra per Ikoné, traversone basso del francese, Cabral non ci arriva, Nico sì e da due passi infila Handanovic. Avvio sprint della Fiorentina. L'Inter prova a replicare al 7' con un tentativo di Dzeko deviato in corner. Sugli sviluppi dell'angolo Dumfries colpisce di testa ma Terracciano fa suo il pallone. Al 12' opportunità per il raddoppio dei gigliati: Bonaventura dal limite appoggia per Amrabat, il marocchino prova il piattone destro di prima intenzione e la sfera sfila di poco fuori alla destra di Handanovic. González al 17' prova ad approfittare di uno svarione difensivo di Dumfries, questa volta però il tiro del 22 viola è impreciso. Grossa opportunità per il pari sciupata da Dzeko al 25': servito da Lautaro il bosniaco spara alto tutto solo davanti a Terracciano. L'1-1 dei nerazzurri, però, arriva al 29' con Lautaro Martinez: gran palla di Calhanoglu per l'argentino pescato sul filo del fuorigioco e destro a incrociare che non lascia scampo a Terracciano. Soffrono i viola: al 32' numero di Dzeko che sfonda e serve un pallone velenoso, Terracciano riesce a intervenire e a far suo il pallone. Insiste l'Inter alla ricerca del vantaggio con un destro da fuori area di Calhanoglu largo di poco alla sinistra di Terracciano. I nerazzurri raddoppiano al 37', ancora con Lautaro Martinez: l'argentino appostato in area di rigore è bravissimo a girare in porta di prima intenzione l'assist di Barella. Milenkovic anticipato nell'occasione, ma da sottolineare la giocata dell'interista. Il primo tempo si chiude dopo un minuto di recupero con la squadra di Inzaghi avanti e i viola in confusione, raggiunti e superati dopo essere andati in vantaggio in avvio.

La ripresa ha inizio senza cambio. La Fiorentina prova a scrollarsi di dosso un po' di timore reverenziale e si proietta in avanti: al 51' colpo di testa di Castrovilli sul fondo. Poco dopo è lo stesso centrocampista a provarci dal limite, chiuso in corner dai difensori interisti. Sul fronte opposto provano a farsi vedere i nerazzurri con un tiro fuori dallo specchio di Dimarco. Più pericolosa l'opportunità per Cabral al 57': traversone di Biraghi, colpo di testa del brasiliano e parata facile di Handanovic.Doppio cambio per l'Inter al 58': de Vrij prende il posto dell'ammonito Bastoni, Lukaku rileva Dzeko. Risponde immediatamente Italiano inserendo Mandragora e Sottil per Castrovilli e Ikoné. Opportunità per l'Inter al 67': Lukaku resiste alla carica dei difensori viola ed esplode il sinistro dal limite, Terracciano respinge e si ripete anche sulla ribattuta di Dimarco che era però in fuorigioco. Lo stesso Dimarco viene poi sostituito con Gosens subito dopo. Continua la partita a scacchi tra i due tecnici: Italiano passa a uno spregiudicato 4-2-4 inserendo Jovic e Ranieri per Amrabat e l'ammonito Martinez Quarta. Nico González al 73' scalda i guanti di Handanovic con il destro conquistando un corner. Due minuti più tardi Biraghi cerca il gol dell'ex con un sinistro dalla media distanza di poco alto sopra la traversa. Pericolosissima l'Inter al 77': spunto di Lukaku sulla destra, palla tagliata in mezzo con Gosens che colpisce sporco e non inquadra la porta da pochi metri. Pallone sanguinoso perso in uscita da Dodô, Barella prova ad approfittarne ma calcia alto. Ghiotta opportunità per Jovic al 78': il serbo viene servito in profondità, controlla e calcia ma si fa respingere il tiro da Handanovic. Premono i viola alla ricerca del pari: ancora un cross di Biraghi, spizzata di testa centrale di Cabral, Handanovic para. Altra occasione enorme per Jovic all'82': cross di Dodô da destra e colpo di testa dell'ex Real che non inquadra la porta. Ultimi cambi: nella Fiorentina Terzic per Dodô, nell'Inter Gagliardini e Correa per Calhanoglu e Lautaro Martinez. Forcing offensivo dei gigliati: González entra in area e calcia, Handanovic respinge, l'argentino prova a rimetterla in mezzo di testa, poi la difesa interista riesce a liberare. Durante i 5' di recupero colpo di testa di Jovic fuori bersaglio. 

Fiorentina-Inter 1-2, le pagelle: González non basta, centrali in grande affanno

Fiorentina-Inter 1-2: il tabellino

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodô (82' Terzic), Milenkovic, Martinez Quarta (72' Ranieri), Biraghi; Amrabat (71' Jovic), Castrovilli (60' Mandragora); Ikoné (60' Sottil), Bonaventura, González; Cabral. A disp.: Cerofolini, Vannucchi, Saponara, Venuti, Duncan, Bianco, Bianco, Barák, Brekalo, Igor, Kouame. All. Italiano 

INTER (3-5-2): Handanovic; Darmian, Acerbi, Bastoni (58' de Vrij); Dumfries, Barella, Calhanoglu (83' Gagliardini), Dimarco (68' Gosens); Martinez (83' Correa), Dzeko (58' Lukaku). A disp.: Onana, Cordaz, Bellanova, Asllani, Mkhitaryan, D'Ambrosio, Skriniar, Akinsanmiro. All. S. Inzaghi

Arbitro: Irrati di Pistoia
Assistenti: Carbone - Lo Cicero
IV: Mazzoleni
VAR: Marini
AVAR: Ranghetti

Marcatori: 3' González (F), 29', 37' Martinez (I)
Note - ammoniti Bastoni (I), Martinez Quarta (F). Recupero: 1', 5' 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina-Inter 1-2: viola battuti in rimonta, la Coppa Italia è nerazzurra
FirenzeToday è in caricamento