rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Calcio

Fortis Juventus, Agatensi: "Abbiamo meritato di vincere la Coppa. In campionato crediamo ancora al primo posto"

Il direttore sportivo dei biancoverdi ha parlato ai nostri microfoni della finale vinta con l'Atletico Cenaia, e dei prossimi obiettivi della squadra allenata da Giacomo Chini

Un trionfo che mancava da 26 anni, e che adesso farà sognare la cittadina di Borgo San Lorenzo. La Fortis Juventus, battendo il Cenaia ai calci di rigore, è riuscita nell'impresa di far tornare in quel del Mugello la Coppa Italia Eccellenza. Un successo sudato, combattutto, e che adesso darà la possibilità alla squadra di Giacomo Chini di lottare con le squadre più forti d'Italia per un posto diretto in Serie D. Comunque vada, sarà un'annata da ricordare per i biancoverdi, e per questo abbiamo intervistato in esclusiva Andrea Agatensi, direttore sportivo della Fortis, che ci ha raccontato le emozioni di quel giorno e gli obiettivi futuri:

Andrea, che aria si respira a Borgo San Lorenzo dopo la vittoria in finale?

"Innanzitutto vogliamo dedicare questo successo a Mario Bambi, ex direttore generale della Fortis, che purtroppo ci ha lasciato da poco. Borgo sprizza euforia e gioia da tutti i pori, perché c'è un legame viscerale tra questa società e la propria gente. Quando c'è una giornata come quella dell'altro ieri, dove poi vinci una coppa, è una botta di adrenalina. Rispetto al campionato, che è una corsa a tappe, questo è qualcosa che fai tutto di un fiato. C'è euforia, c'è voglia di festeggiare e di celebrare quella che è stata un'impresa".

Vi aspettavate una finale così combattuta ed equilibrata?

"Nelle finali per caso non ci si arriva. Se il Cenaia è arrivato alla fine, buttando fuori realtà importanti come il Livorno e la Massese, per fare un esempio, vuol dire che aveva dei valori importanti, e lo ha dimostrato in campo. E' stata una bella finale, avvincente. Penso che alla fine il verdetto dei rigori abbia premiato la squadra che la voleva di più questa coppa".

Adesso vi aspetta l'avventura della Fase Nazionale. State già pensando come affrontare questa competizione?

"Dalla mattina dopo la finale, la nostra testa è proiettata all'impegno col Foiano di domenica, che è una squadra che ha cambiato allenatore e che vorrà rovinarci la festa e a provare a guadagnare punti per la loro classifica. Nel momento in cui ci ritufferemo nella coppa, dove affronteremo il Salso Maggiore di Parma il prossimo 9 marzo. penseremo a quello, ma al momento la testa è proiettata sul Foiano. In campionato noi ci crediamo ancora per la lotta al primo posto. Giornate come quelle dell'altro giorno ci fanno capire che abbiamo un gruppo che può giocarsela con tutte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fortis Juventus, Agatensi: "Abbiamo meritato di vincere la Coppa. In campionato crediamo ancora al primo posto"

FirenzeToday è in caricamento