Politica

Incognita scuolabus, Tozzi (Lega): "Studenti rischiano di rimanere a piedi, la Regione dia risposte"

Anci e Regione Toscana hanno inviato una lettera al Governo sollevando la questione distanziamento a bordo del trasporto pubblico scolastico, in vista delle riaperture delle scuole

Elisa Tozzi (Lega)

"Mancano 20 giorni alla riapertura delle scuole ma ancora non si sa con quali mezzi i ragazzi raggiungeranno le sedi degli istituti scolastici. Il distanziamento a bordo, imposto dal decreto dell'8 agosto scorso, riduce di circa la metà i numeri di posti disponibili: è evidente che se non si individueranno soluzioni rapidamente, ci troveremo a breve nel caos tra studenti che resteranno a piedi e genitori che avranno enormi difficoltà nella gestione dei figli. Se poi come sembra gli orari di entrata e uscita verranno scaglionati per tutte le famiglie che hanno figli in età scolastica diversa, accompagnare i figli a scuola ogni mattina sarà impossibile".

E' quanto dichiara Elisa Tozzi, consigliere Anci Toscana e candidata capolista della Lega nella circoscrizione Firenze 2 alle prossime elezioni regionali. 

Proprio ieri l'Anci e la Regione Toscana hanno lanciato l'allarme in tema di trasporto pubblico scolastico, scrivendo una lettera al Governo. "Se la situazione sarà difficile in città, figuriamoci nei paesi e nei borghi dell'hinterland dove i ragazzi devono quotidianamente raggiungere plessi scolastici distanti da casa e dove già normalmente i mezzi di trasporto sono centellinati durante tutta la giornata" prosegue Tozzi.

"Si procederà aumentando il numero dei mezzi o si procederà con una deroga alla regola del distanziamento su scuolabus e autobus e mezzi adibiti al trasporto scolastico? La Regione Toscana dia una risposta subito" conclude la candidata leghista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incognita scuolabus, Tozzi (Lega): "Studenti rischiano di rimanere a piedi, la Regione dia risposte"

FirenzeToday è in caricamento