rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Elezioni comunali 2024 / Centro Storico / Piazza della Signoria

Prove di campo largo a Firenze: incontro Avs-M5S

Effetto Sardegna: “Colta la disponibilità ad aprire un confronto con tutta la coalizione”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Dopo la vittoria di Alessandra Todde in Sardegna, primi approcci a Firenze per capire se ci siano le condizioni per proporre il ‘campo largo’ anche a Palazzo Vecchio, a sostegno di Sara Funaro.  Una delegazione di Avs Firenze ha incontrato i rappresentanti locali del Movimento 5 Stelle. Un tavolo numeroso, per Sinistra Italiana la segretaria Diana Kapo e il coordinatore cittadino Vincenzo Pizzolo insieme al sindaco di Sesto Lorenzo Falchi, quindi Sandra Giorgetti, rappresentante fiorentina di Europa Verde e infine per i Cinque Stelle Lorenzo Masi, Francesca Pini, Luigi Benassai e Paolo Della Giovampaola. 

“Gli aspetti programmatici che ci uniscono sono molti”

Al termine a parlare è Avs: “Dal lavoro comune di opposizione a livello nazionale e dalla vittoria in Sardegna sono arrivati un segnale politico importante. Durante l’incontro di questo pomeriggio abbiamo registrato molti punti di convergenza con il M5S sulla visione di città e sulle politiche da attuare. Lo scambio è stato franco e di questo siamo grati al M5s, dal quale abbiamo colto la disponibilità ad aprire un confronto con tutta la coalizione guidata da Sara Funaro: gli aspetti programmatici che ci uniscono sono molti (anche se su aeroporto e Tav, per fare due esempi, la distanza tra M5S e Pd appare incolmabile, ndr) e sarebbe incomprensibile non approfondire collegialmente questa discussione. Condivideremo, ovviamente, quanto emerso con la candidata sindaca e con le altre forze della coalizione”.

Giani: “Toscana antesignana del campo largo nel 2020”

Una “benedizione” al campo largo è arrivata dal presidente della Regione Eugenio Giani che parla di Toscana antesignana, perché governata “attraverso un'intesa che vide, nel 2020, addirittura 22 sigle fra partiti e movimenti aderire al programma”. Giani ha ricordato ricorda come in Giunta sia affiancato da Stefania Saccardi di Italia viva, così come da Serena Spinelli che provenendo da Articolo 1 ha rappresentato per buona parte della legislatura l'anima a sinistra della coalizione. “Quindi il campo largo lo perseguo e ha avuto una bella iniezione di incoraggiamento, a questa unione dei partiti di centrosinistra da Iv ai 5 Stelle, dal responso della Sardegna”, invitando poi tutte le forze “a ritrovare le ragioni di un dialogo, di un confronto sui problemi e di una capacità in termini di programmi che unisca il campo largo. È l'obiettivo che si devono porre con modestia e serietà tutte le forze del centrosinistra”.

Uno scenario in realtà alquanto improbabile, con la stessa Saccardi che negli ultimi giorni ha ribadito in più di una occasione la “singolarità” dell’accoppiata Pd-M5S, visto che i pentastellati sono all’opposizione sia a Palazzo Vecchio che a Palazzo Strozzi Sacrati. “Il Movimento 5 Stelle, non è una novità ed è assolutamente legittimo, è contrario a tutte le infrastrutture che si stanno progettando in questa città - ha sottolineato ancora oggi la vicepresidente della Regione - dall’aeroporto all'Alta velocità, fino alla Multiutility, e quindi francamente sono curiosa di vedere come e su quali obiettivi si realizzerà questa alleanza. Dopo parleremo del resto”. E chissà cosa ne penserà Carlo Calenda, che appena 24 ore fa proprio a Firenze ha definito i grillini “utili come le buche a Roma”. 

Calenda stronca il campo largo a Firenze

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prove di campo largo a Firenze: incontro Avs-M5S

FirenzeToday è in caricamento