Dichiarazione dei redditi, come farla e dove a Firenze

Ecco le informazioni utili

L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione la dichiarazione dei redditi precompilata online sia per chi presenta il modello 730 sia per chi presenta il modello Redditi.

I lavoratori dipendenti e pensionati interessati possono accettare il modello 730 così come proposto oppure possono modificarlo/integrarlo prima dell'invio. I contribuenti interessati al modello Redditi precompilato, invece, possono modificarlo/integrarlo e infine inviarlo all'Agenzia delle Entrate. 
Il contribuente non è comunque obbligato a utilizzare la dichiarazione dei redditi precompilata. Può, infatti, presentarla con le modalità ordinarie (tramite Caf o professionisti abilitati).

Per accedere al modello precompilato online, collegarsi a https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/accedi-precompilata è necessario possedere la credenziale Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale). E' il sistema di accesso che consente di utilizzare, con un'identità digitale unica, i servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati accreditati.

C'è una novità importante: da quest’anno la dichiarazione dei redditi predisposta dall'Agenzia delle Entrate contiene anche le spese sostenute per gli asili nido e quelle sanitarie.

Date e scadenze

Date e scadenze per le dichiarazioni dei redditi 2019 e per il modello ex Unico sono:

  • 5 aprile: E' possibile accedere alla dichiarazione precompilata 2019
  • 2 maggio: E' possibile: accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web e modificare il modello Redditi precompilato
  • 10 maggio: E' possibile inviare il modello Redditi precompilato e utilizzare la compilazione assistita (online) per gli oneri detraibili e deducibili da indicare nel quadro E.
  • 24 maggio: Si può inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW e anche il modello Redditi correttivo per correggere e sostituire il 730 o il modello Redditi già inviato
  • 28 maggio: E' possibile annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione tramite l'applicazione web. L'annullamento del 730 si può fare solo una volta
  • 20 giugno Ultimo giorno utile per annullare il 730 già inviato
  • 01 luglio: Ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta o con modello Redditi
  • 23 luglio: Ultimo giorno utile  per la presentazione del 730 precompilato all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web
  • 31 luglio: Ultimo giorno utile per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta o con modello Redditi
  • 30 settembre: Ultimo giorno utile per la presentazione del modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730 e per comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore
  • 25 ottobre: Ultimo giorno per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo, possibile solo se l'integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un'imposta invariata.

Dove fare la dichiarazione dei redditi a Firenze

Oltre ai professionisti sono a disposizione i Caf (Centri di Assistenza Fiscale)

Caf Ugl
Via Ponte Alle Mosse 45, 50144 - 
tel 055333083

Caf C.I.A.
Via Iacopo Nardi 39, 50132 
tel 055233801

Caf Cna
via: Alamanni 31
Tel. 055-265141 - Fax 055-213789
E-mail: epasa@firenze.cna.it

Tutte le sedi Cna-Caf a Firenze 

Acli Service 
Piazza San Francesco 39, 50019 - Sesto Fiorentino (FI)
tel 0554492863

Caf Uil
via: Via Alamanni 23/I 
tel. 800298616 
fax 055213413 
e-mail: cafuil.fi0@cafuil.it

Caf Cgil
via: Borgo dè Greci, 3
tel. 055/27.00.527
e-mail: caaftoscana@caaf.tosc.cgil.it ; caaftoscana@pecgil.it 
Tutte le sedi Cgil a Firenze

Caf Cisl
via: Carlo del Prete 137 - 50100 - FIRENZE
Telefono: 055/326901
Fax: 055/3269009
E-mail: cisl.sistema.servizi@tin.it

Tutte le sedi Cisl a Firenze

Decurtazioni e detrazioni 2019

Le deduzioni e decurtazioni riducono il reddito di una somma equivalente al costo di determinate uscite che, nel dettaglio, sono quelle dovute al pagamento di:

  • contributi previdenziali ed assistenziali (inclusi quelli per i familiari a carico)
  • contributi versati all’Inail per le persone del nucleo familiare a tutela dagli infortuni domestici (la cosiddetta assicurazione casalinghe);
  • spese di assistenza e ricovero disabili;
  • assegni corrisposti al coniuge;
  • adesione a forme pensionistiche complementari e individuali (incluse quelle versate per familiari a carico)

Le detrazioni fanno decurtare le tasse di una determinate percentuale per alcune spese sostenute, nel dettaglio:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • 19% delle spese funebri sostenute, anche nel caso in cui non vi sia alcuna parentela tra chi ha sostenuto le spese e la persona deceduta (il limite massimo si spese detraibile è paria 1.550 euro);
  • 19% delle spese per la frequenza di scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado, con un limite massimo di 400 euro per alunno o studente;
  • 19% delle spese per la frequenza dell’università;
  • 19% degli interessi sul mutuo prima casa;
  • 50% delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, cosiddetto bonus ristrutturazioni (con un limite pari a 96.000 euro);
  • 50% delle spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, cosiddetto bonus mobili, purché relativi a un immobile oggetto di ristrutturazione (con un limite pari a 10.000 euro);
  • 65% su spese per interventi volti al risparmio energetico degli edifici, all’adozione di misure antisismiche, all’acquisto e posa in opera di schermature solari e di impianti di climatizzazione invernali dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • tra il 50% e l’85% delle spese sostenute per la messa in sicurezza degli edifici (cosidetto sisma bonus);
  • 65% delle donazioni a favore di istituzioni scolastiche (cosiddetto school bonus), da suddividere in 3 anni e per un importo massimo di 100mila euro;
  • 19% sulle assicurazioni sul rischio di morte di quanti si occupino di persone con disabilità gravi.

Le spese per l’acquisto di medicinali sono detraibili se sono certificate da fattura o da scontrino fiscale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Scappano dal ristorante al mare senza pagare: 5 giovani fiorentini rintracciati e riportati a saldare il conto

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento