Venerdì, 19 Luglio 2024

Casa green e transizione ecologica: incontro per i geometri all'auditorium di Scandicci / VIDEO

Fallani: “Firmeremo infatti una convenzione che consentirà un accesso più rapido e veloce agli uffici pubblici ai professionisti, li metterà in comunicazione diretta e dal vivo con i colleghi della pubblica amministrazione e snellirà i tempi burocratici per la presentazione delle pratiche”

“La transizione eco-digitale sarà il terreno su cui in Italia potrebbe nascere un boom economico dell'impatto di quello del secondo dopo guerra”. Questo quanto dichiarato dal presidente del consiglio nazionale dei geometri, Maurizio Savoncelli, durante i saluti istituzionali di rito che hanno aperto l'evento “Geometri 2030 -Il Progetto”. Tenutosi presso l'auditorium del centro civico di Scandicci l'evento si inserisce nel progetto di informazione e sensibilizzazione ai temi dello sviluppo sostenibile rivolto ai professionisti di area tecnica, sempre più protagonisti dei processi legati all’edilizia 4.0, all’economia circolare, alla transizione ecologica e digitale. 

Come noto l'Unione Europea ha da tempo adottato politiche finalizzate alla transizione energetica anche nel settore residenziale. La direttiva “case green”, ancora in fase di approvazione presso il legislatore europeo, se recepita dai Governi nazionali, prevede che a partire dal 2028 tutti i nuovi edifici debbano essere a emissioni zero, mentre per quel che riguarda gli edifici riconducibili alle autorità pubbliche, la scadenza è fissata al 2026. Gli edifici tecnicamente ed economicamente impossibilitati, dovranno sviluppare tecnologie solari entro il 2028, mentre per gli edifici residenziali, soggetti ad importanti ristrutturazioni, la scadenza è fissata al 2032.

Per tutti gli edifici residenziali il requisito minimo è comunque il raggiungimento della classe energetica E entro il 2030. Proprio l'edilizia 4.0 è stata al centro degli interventi del convegno e delle relazioni tecniche seguite agli interventi delle istituzioni cittadine e di categoria:“La sostenibilità non è solo un tema normativo, si tratta di sviluppo e sopravvivenza delle comunità, siamo tutti coinvolti. In particolare mi riferisco al “patto per le città”, Scandicci è un esempio.” A dichiaralo Sandro Fallani, sindaco di Scandicci. “A breve” ha continuato Fallani “firmeremo infatti una convenzione che consentirà un accesso più rapido e veloce agli uffici pubblici ai professionisti, li metterà in comunicazione diretta e dal vivo con i colleghi della pubblica amministrazione e snellirà i tempi burocratici per la presentazione delle pratiche”.

La transizione “green”, opportunità economica e di sviluppo per la sopravvivenza, avrà in ogni caso bisogno di tenici formati in grado di metterla in pratica, di guidarla. Proprio per questo le competenze professionali del Geometra saranno centrali, come emerge dalle parole di Matteo Parisi e di Francesco Sulli Presidente del Collegio e della Fondazione dei Geometri e dei Geometri Laureati di Firenze: "La necessità di una riduzione delle emissioni è ormai da tempo sotto gli occhi di tutti, il cambiamento climatico non è negabile. Si impone la scelta di quale strada intraprendere per rendere più sostenibile l'edilizia residenziale. Ma è impossibile farlo senza uno studio preciso e competente degli edifici", dichiara Parisi. “Si impone il “dictat” di capire esattamente di quanta energia abbiano effettivamente bisogno le nostre case” sostiene Sulli, che continua: “La priorità è ridurre le perdite di energia classiche, che sono quelle da trasmissione e da ventilazione. Altrimenti diventa inutile interrogarsi su quale fonte di energia rinnovabile scegliere per essere sostenibili”.

Necessaria ma non sufficiente la formazione di nuove competenze professionali, come sottolinea Pietro Lucchesi, membro del consiglio nazionale dei geometri e dei geometri laureati: “Siamo professionisti e cittadini, dunque è da noi che deve partire la formazione di una coscienza civica/ambientale che consenta di affrontare quelle sfide ormai improrogabili che ci pone il tema della sostenibilità. Dovremo sviluppare una sensibilità diversa su certi temi anche dal punto di vista umano.”

Video popolari

FirenzeToday è in caricamento