menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I segreti del cavolo nero e come cucinarlo

Ricco di vitamine e antiossidanti, il cavolo nero è una delle prelibatezze più amate della cucina toscana. Ecco come prepararlo con una ricetta facile e gustosa

Bello e buono. Bastano due aggettivi per introdurre il cavolo nero, uno degli ingredienti principali della cucina toscana. Ricchissimo di vitamine e antiossidanti, quest'ortaggio invernale ha una fioritura talmente rigogliosa da essere utilizzato in molti paesi come pianta ornamentale.

Noi toscani però ne abbiamo scoperto un uso decisamente più prelibato: non a caso il cavolo nero è, da sempre, elemento necessario e insostituibile per realizzare la famosa ribollita.

Le ricette a base di cavolo nero sono tante e tutte diverse, talmente varie da poterci preparare un pasto completo, dall'antipasto fino ai secondi, passando ovviamente per i primi piatti e gustosissimi contorni d'accompagnamento. 

Noi vi proponiamo qui una delle ricette più amate e semplici da realizzare.

Ingredienti per 4 persone

3 MAZZETTI DI CAVOLO NERO
PANE CASALINGO
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
SALE E PEPE Q.B.

Ricetta dei crostini di cavolo nero

Pulite e lavate il cavolo nero, quindi fatelo cuocere in acqua bollente e salata per circa un'ora. Successivamente fatelo intiepidire nell'acqua di cottura, quindi scolatelo, strizzatelo un po' e tritatelo non troppo fine. Tagliate 6 fettine di pane, meglio se casalingo, e abbrustolitele sul fuoco. 

Strofinatele leggermente con l'aglio e bagnatele da una parte sola nel brodo di cottura che nel frattempo avrete messo in una scodella a parte. Ricoprite i crostini con il cavolo, aggiungete sopra del pepe in abbondanza e irrorate il tutto con un ottimo olio extravergine di oliva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento