Dopo accurate indagini / Greve in Chianti

Furti nelle case di Firenze e Siena: tre arresti | VIDEO

I carabinieri li hanno condotti a Sollicciano. Tutto è partito dalla denuncia di una signora di Greve in Chianti

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Un furto fatto a Greve in Chianti sarebbe stato il loro passo falso. O comunque quello che ha permesso ai carabinieri del nucleo operativo di Firenze di ricollegare i presunti autori del furto a tantissimi altri episodi delittuosi. 

Alle prime luci dell’alba del 31 gennaio 2024 i carabinieri sono entrati in un'abitazione di Firenze e sottoposto a fermo tre uomini, di età compresa fra i 25 e 30 anni, accusati di far parte di un sodalizio criminale specializzato in furti in abitazione che sarebbero stati commessi durante il mese di gennaio 2024 nelle province di Firenze e Siena. 

I fermati, tutti cittadini albanesi e senza fissa dimora, sono stati bloccati dai militari che hanno fatto irruzione all’interno di un’abitazione a Firenze che si presume sia stata utilizzata per la preparazione dei colpi. 

Le indagini sono state avviate a seguito di una denuncia di furto in abitazione sporta da una cittadina residente a Greve in Chianti agli inizi del mese di gennaio.
Da lì, i carabinieri avrebbero capito che i malviventi sarebbero stati soliti utilizzare una berlina di grossa cilindrata per compiere i loro atti criminosi, di modo da poter assicurare loro la fuga da eventuali controlli di polizia. 

Allo stesso tempo il loro schema: gli esecutori materiali venivano condotti dall’autista in strade isolate e con quest’ultimo si mantenevano in costante contatto così da poter sapere immediatamente dell’eventuale arrivo di pattuglie. I soggetti si procuravano poi l’ingresso nelle case distruggendo ogni barriera o ostacolo, arrecando gravissimi danni alle abitazioni stesse mediante arnesi atti allo scasso come martelli di grosso calibro, smerigliatrici, scalpelli e piedi di porco, tutti recuperati al momento del fermo.

Durante la perquisizione è stata recuperata gran parte della refurtiva accumulata illecitamente dagli indagati nel corso dei furti realizzati nei comuni di Greve in Chianti e San Casciano Val di Pesa, consistente in gioielli in oro e pietre preziose che saranno restituiti ai legittimi proprietari.

Sequestrate anche due auto, di cui una di grossa cilindrata. I soggetti fermati, di cui soltanto uno esente da precedenti, sono stati condotti a Sollicciano. I provvedimenti di fermo sono stati convalidati dell’autorità giudiziaria. La posizione delle persone fermate è al vaglio dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nelle case di Firenze e Siena: tre arresti | VIDEO
FirenzeToday è in caricamento