rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Villa medicea di Castello: via al restauro dei gruppi scultorei della Grotta degli animali

Prevista una serie di visite guidate straordinarie

Una nuova vita per le sculture della Grotta degli animali del giardino della villa medicea di Castello, che può essere considerato il primo dei giardini medicei. Descritto da Giorgio Vasari come "il più ricco, il più magnifico et il più onorato giardino d'Europa" e riconosciuto come prototipo del giardino cinquecentesco all'italiana, fa parte del sito seriale Unesco "Ville e giardini medicei in Toscana".

Publiacqua con 300.000 euro attraverso l'Art bonus finanzia il progetto firmato della Direzione regionale musei della Toscana che si avvale della consulenza scientifica del dipartimento di architettura dell'Università di Firenze per ricerche documentarie e approfondimenti storici. Il nuovo intervento prevede il restauro delle sculture con gli animali delle fontane che popolano le vasche interne della Grotta, ornate da decorazioni in spugne e conchiglie, e del prospetto architettonico che si affaccia sul giardino e sul Piano degli agrumi.

Gli interventi previsti dall'operazione andranno ad integrare il secondo lotto di lavori ancora in corso e in fase di conclusione, condotti con innovativi metodi di indagine e diagnostica e rivolti al recupero dell'impianto di alimentazione a ricircolo ecosostenibile delle acque del sistema delle fontane e della Grotta.

La Grotta è da tempo interessata da un lungo ciclo di restauri, in particolare quelli avviati dal 2019 con la direzione della soprintendenza di Firenze, secondo un progetto cofinanziato dalla Regione Toscana per il 70% con fondi comunitari e direttamente dal ministero della Cultura per il 30%, la cui conclusione è prevista entro il 2022. Oggi, dopo oltre due secoli, l'acqua torna a zampillare da oltre cento punti di caduta posti nella volta al di sopra delle vasche, azionando il complesso sistema di giochi d'acqua e sonorità.

Al termine dei lavori, sarà interamente recuperato l'effetto di un serraglio che sembra animarsi nel momento in cui le pietre di colori differenti, che imitano ciascuna la pelle originale dell'animale, si bagnano per effetto degli zampilli che fuoriescono dal pavimento e dalle volte, azionati dal complesso meccanismo idraulico.

Visite guidate straordinarie

Sabato 2 e 9 aprile, dalle 10 alle 13, si terranno le visite guidate straordinarie a cura di Marco Mozzo e Giulia Coco, direttore e curatrice del Giardino di Castello (per partecipare alle visite è necessaria la prenotazione scrivendo  firenzemusei@operalaboratori.com).

Inoltre, è prevista l'apertura straordinaria gratuita del giardino il 18 aprile, lunedì di Pasquetta, e il 25 aprile, festa della Liberazione. Da maggio, infine, le aperture al pubblico riprenderanno con un calendario mensile che sarà definito e reso disponibile nel corso delle prossime settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa medicea di Castello: via al restauro dei gruppi scultorei della Grotta degli animali

FirenzeToday è in caricamento