rotate-mobile
Cronaca Porta a Prato / Viale Fratelli Rosselli

"Danneggiarono alberi per realizzare le linee della tramvia": assolti

La decisione del tribunale fiorentino

Erano accusati di aver danneggiato irrimediabilmente otto tigli durante i lavori per la realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia, nel cantiere per la sistemazione urbanistica di Porta al Prato, all'incrocio tra viale Belfiore e viale Fratelli Rosselli. E poi, di averli sostituiti con dieci esemplari di bassa qualità, in difformità dal progetto di ripristino della vegetazione.

Ma ieri il giudice ha stabilito che “il fatto non sussiste” e gli imputati - sei tra imprenditori, direttori dei cantieri e tecnici - sono stati assolti dall'accusa di deturpazione di paesaggio e inadempimento di contratto in pubbliche forniture. Lo scrive il Tirreno.

I fatti sarebbero avvenuti tra il 2018 e i12019. Qualche mese fa, altri due direttori tecnici erano stati ammessi all'istituto della messa alla prova, svolgendo attività di volontariato e di pubblica utilità.

Per l'accusa, riporta ancora il Tirreno, gli imputati avrebbero quindi eseguito alcuni lavori in assenza delle autorizzazioni paesaggistiche e abbattuto otto tigli adulti.

Inoltre, alcuni dei tecnici avrebbero anche danneggiato un altro tiglio in via Benedetto Marcello a seguito della costruzione del cordone spartitraffico.

E ancora: quella porzione di tramvia sarebbe stata realizzata “in modo del tutto difforme da quella appaltata” e i lavori consegnati anche in ritardo. Ma il giudice ha riscontrato l'infondatezza delle accuse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Danneggiarono alberi per realizzare le linee della tramvia": assolti

FirenzeToday è in caricamento