rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Rider ucciso da un Suv, la perizia: "L'auto passò col giallo a 70 chilometri all'ora"

Lo scorso primo ottobre perdeva la vita Emanuel Galassi, 26 anni. Un 27enne scandiccese accusato di omicidio stradale. Ora arriva la ricostruzione della dinamica dell'incidente mortale

Sono arrivate le conclusioni della perizia commissionata dalla procura fiorentina sulla dinamica che ha portato alla morte di Sebastian Galassi, 26 anni, travolto da un Suv all'altezza di un semaforo tra via De Nicola e via Gobetti al termine di un giro di consegne per Glovoo cinque mesi fa.

L'accusa - il pm Fedele La Terza - contesta all'indagato, un 27enne di Scandicci, l'accusa di l'omicidio stradale.

A carico del conducente del suv, secondo i rilievi del perito, il professor Dario Vangi, ci sarebbero due distinte violazioni del codice della strada.

Incidente mortale a Rovezzano: giovane rider perde la vita

L'automobilista infatti avrebbe viaggiato a 70 chilometri orari, venti in più del limite consentito e sarebbe passato con il giallo.

Sebastian, invece, quel maledetto primo ottobre 2022, avrebbe mancato col suo Honda Sh il rispetto della precedenza nei confronti del Range Rover del 27enne.

Nell'impatto il 26enne fu disarcionato e crollò sull'asfalto, per poi finire sotto le ruote di un'altra auto. Portato in gravissime condizioni al pronto soccorso di Careggi, morì dopo alcune ore dopo nel reparto di rianimazione.

Nardella: "Tragedie che non devono avvenire. Aumenteremo sempre più la sicurezza stradale"

"Queste tragedie non devono avvenire. Abbiamo pianto per la scomparsa di Sebastian Galassi, e ora abbiamo chiarezza sulla dinamica. La velocità e la distrazione al volante sono le principali cause di incidenti mortali. Una vita spezzata così è una ferita profonda nella nostra città". Lo scrive su Facebook il sindaco  di Firenze, Dario Nardella.

"Aumenteremo sempre di più il nostro impegno sulla sicurezza stradale - aggiunge il sindaco - con le zone a 30 chilometri orari, controlli sulle strade, progetti nelle scuole, una campagna di sensibilizzazione e il nuovo ufficio sulla sicurezza stradale in collaborazione con tutte le associazioni delle vittime della strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rider ucciso da un Suv, la perizia: "L'auto passò col giallo a 70 chilometri all'ora"

FirenzeToday è in caricamento