rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Diritti umani

Patrick Zaki finalmente scarcerato, Giani: "Lo aspettiamo a Firenze da cittadino libero". Nardella: "Notizia riempie di gioia"

Lo studente dell'ateneo bolognese è incarcerato da 22 mesi dal regime egiziano con l'accusa di sedizione

E' stata ordinata la scarcerazione dello studente egiziano dell'Università di Bologna Patric Zaki, al termine dell'udienza che si è tenuta oggi al tribunale di al-Mansoura, in Egitto. Lo conferma l'ong Eipr.

Potrebbe essere rilasciato tra stasera e domani, ma è stata già fissata la prossima udienza, il 1° febbraio. Lo studente dell'ateneo bolognese era stato arrestato 22 mesi fa con l'accusa, da sempre contestata come pretestuosa dalla famiglia del giovane, dall'università e dalle associazioni per i diritti umani che seguono il caso, di sedizione. Ha già trascorso, di fatto senza alcuna condanna formale, oltre 650 giorni nel carcere di massima sicurezza di Tora, al Cairo.

"Un passo avanti enorme nella direzione della giustizia - commenta sui social Amnesty International - oggi scenderemo in piazza con uno stato d'animo diverso. Finalmente". Anche ieri sera in tante piazze italiane ci sono state manifestazioni a sostegno della liberazione di Zaki.

Soddisfazione per la scarcerazione è stata espressa anche dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e dal sindaco di Firenze Dario Nardella.

"Finalmente Patrick Zaki sarà scarcerato. Anche se ancora non c'è la sentenza di assoluzione, questa è davvero una bella notizia", commenta Giani.

"E' un primo passo importante, a cui speriamo possa seguire presto l'assoluzione completa nel processo fissato per il prossimo febbraio. Durante la lunga detenzione anche la Toscana si è mobilitata, insieme a tante persone ed istituzioni, unendosi agli sforzi della diplomazia e alla richiesta corale per ottenere la sua liberazione. Mi auguro - agiunge il presidente -, di poter accogliere presto Patrick, da libero cittadino, in Toscana e lo invito fin da ora a Firenze per condividere con lui i valori della pace, della libertà e della giustizia che sono alla base della nostra vita civile".

"Finalmente libero. In attesa della prossima udienza, la scarcerazione di Patrick Zaki è una notizia che ci riempie di gioia. Lo aspettiamo in Italia", scrive invece su Twitter Nardella.

Soddisfazione anche in una nota di Mario Draghi, presidente del Consiglio dei Ministri: "Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime soddisfazione per la scarcerazione di Patrick Zaki, la cui vicenda è stata e sarà seguita con la massima attenzione da parte del Governo italiano". (Foto da bolognatoday.it)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrick Zaki finalmente scarcerato, Giani: "Lo aspettiamo a Firenze da cittadino libero". Nardella: "Notizia riempie di gioia"

FirenzeToday è in caricamento