Cronaca

Ponte Vecchio affittato per evento Ferrari: ironia sul web, blogger s'inventa una pagina

Il blogger Giacomo Trombi ha richiamato l’attenzione e rilanciato la polemica sul recente caso della cena di un esclusivo club di ferraristi su Ponte Vecchio con pagina provocatoria in Rete

Vuoi umiliare i genitori dell’asilo facendo la festa di compleanno del tuo gioiellino sul ponte Vecchio e con gli elefanti? Vuoi far felici i tuoi clienti giapponesi facendo pisciare cento mig***** in Arno da ponte Vecchio? Hai voglia di sbattere la tua ricchezza in faccia a qualcuno? Prenota subito la tua serata a ponte Vecchio, offre la città!”. E’ con queste ironiche e taglienti parole che il blogger Giacomo Trombi ha richiamato l’attenzione e rilanciato la polemica sul recente affaire della cena di un esclusivo club di ferraristi su ponte Vecchio, lo scorso 30 giugno. Un evento patrocinato dal sindaco Matteo Renzi in persona e che ha scatenato numerose polemiche, anche per le contraddizioni emerse grazie alle interrogazioni dei consiglieri comunali Ornella De Zordo e Tommaso Grassi.

Renzi, per placare le proteste di numerosi cittadini, ha dichiarato che per la cena privata sul ponte più rappresentativo della città i ferraristi avrebbero sborsato 120mila euro, con un ritorno per Firenze, grazie all’indotto, di oltre un milione di euro. “I 120mila euro di cui parla Renzi non esistono – hanno però dichiarato De Zordo e Grassi -. Dagli atti ufficiali le uniche entrate che risultano sono 13.000 euro per il restauro della Pala e circa 17.000 per occupazione di suolo pubblico: nello specifico 2.489 euro per l'occupazione di Ponte Vecchio, 11.295 euro per piazza Ognissanti e 2.719 euro per lungarno Vespucci”. Ma non solo. Renzi ha dichiarato che avrebbe destinato i presunti 120mila euro a coprire il taglio di fondi per le vacanze dei bambini disabili.

“Un incredibile bluff – continuano i due combattivi consiglieri -. E’ stata solo una demagogica e inqualificabile utilizzazione di una categoria debolissima per avere visibilità mediatica e fare un piacere a possibili futuri supporter elettorali”.

Tali rivelazioni hanno scatenato la rabbia di molti fiorentini, e la vicenda, pur non seguita troppo dai principali mezzi di comunicazione, è oggetto di discussione in ogni angolo della città, oltre che sul web. Ciliegina sulla torta l’atto di concessione del suolo pubblico. “L’autorizzazione – rendono ancora noto Grassi e De Zordo -, porta la data del giorno successivo alla cena. E il previsto corridoio di 3,5 metri per consentire l’attraversamento del ponte non è stato rispettato, in quanto Ponte Vecchio era completamente inaccessibile”.

Nelle prossime settimane nuovi retroscena promettono di rivelarsi. Per il momento fiocca l’ironia, come quella del blogger Trombi. “L’idea mi è venuta prendendo spunto da altreprovocazioni simili che girano in rete – dice l’autore -. E’ accaduta una cosa così fuori del mondo che ho voluto farci sopra un po’ di ironia”. Il post è apparso nella tarda mattinata di oggi, ma già oltre una ventina di persone hanno davvero compilato il questionario messo on line alla pagina.



Questo il tenore delle domande a cui rispondere: “Quando vuoi prenotare? Il Comune ti darà il permesso almeno tre giorni dopo l’evento”, “Scegli la cifra che il Comune dirà che gli darai per la serata (ma non ti preoccupare, non glieli darai mai)”, “Scegli per chi il Comune dirà che devolverà la cifra che non gli darai: i bambini del Biafra, i poveri del Burundi…”. Non c’è che dire: chi di umorismo ferisce, di umorismo perisce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Vecchio affittato per evento Ferrari: ironia sul web, blogger s'inventa una pagina

FirenzeToday è in caricamento