rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca Scandicci

Omicidio Ciatti, il padre Luigi: "Ceceno condannato ma libero, temiamo che scappi"

Il padre di Niccolò: "Sentenza va bene ma in noi non c'è soddisfazione"

"Noi chiaramente avevamo il timore che venisse riconosciuto l'omicidio colposo, adesso che sappiamo che (Bissoultanov) è colpevole di omicidio volontario aggravato, come avevamo sempre detto, va bene. Ma in noi non c'è soddisfazione nè altro: è un punto che va verso quella giustizia che Niccolò deve avere. Va bene, aspettiamo la sentenza che arriverà nei prossimi giorni, non so esattamente quando".

Così ai microfoni di Rai News Luigi Ciatti, il padre di Niccolò, dopo la condanna per omicidio volontario emessa dal tribunale provinciale di Girona a carico del ceceno che 5 anni fa uccise il 22enne scandiccese in una discoteca di Lloret De Mar, in Spagna.

Omicidio Niccolò Ciatti: un ceceno condannato per omicidio volontario, l'altro assolto

"Il nostro timore - ha aggiunto Ciatti - deriva dal fatto che lui (Bissoultanov) non va in carcere immediatamente: è libero, con l'obbligo di firma settimanale. E' libero e dunque il nostro timore è quello di sempre, cioè che scappi. Ci auguriamo che le autorità spagnole lo controllino, anche perché lui ha già provato a fuggire".

"Speriamo che ora riceva il massimo della pena e andiamo avanti, perché il suo complice è stato assolto" ha concluso il padre di Niccolò a Rai News.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Ciatti, il padre Luigi: "Ceceno condannato ma libero, temiamo che scappi"

FirenzeToday è in caricamento