menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roby Bianchi Mastelloni (foto Facebook)

Roby Bianchi Mastelloni (foto Facebook)

Morto Roberto Bianchi 'Mastelloni': addio al re di dischi e mixer

Aveva tirato giù il bandone in piazza del Mercato Centrale due mesi fa, per dedicarsi alla chemioterapia

E' morto Roberto Bianchi, lo storico titolare di Disco Mastelloni. La notizia si è diffusa questa mattina, a poco più di due mesi dall'annuncio della chiusura del negozio di dischi che per oltre 30 anni ha animato piazza del Mercato Centrale. Tanti i commenti di cordoglio dei fiorentini arrivati su Facebook.

"Quando entrai per la prima volta nel tuo negozio da piccolino ero stra eccitato, tutti parlavano di Disco Mastelloni come la casa dei Deejay e dei dischi a Firenze. Le tue chiacchiere, le tue novità, le storie della musica, il tuo mixare nel negozio, i tuoi consigli mai invadenti, era come se tu fossi un padre per tutti noi. Ci regalavi emozioni e amavi la tua professione. Roberto sei stato un mito e lo sarai sempre. Non è un addio, ma un arrivederci", scrive Matteo.

"Arrivederci Roberto. Ricordo quando venivo felicissimo al tuo negozio, perché sapevo di trovare dischi bellissimi, oltre alla straordinaria accoglienza che ci riservavi. Riposa in pace. Ti voglio bene, non ti dimenticherò mai", lo ricorda Mirko.

Roberto era stato costretto a tirare giù il bandone per dedicarsi alla sua salute, dopo l'aggravamento delle sue condizioni. Fu lui stesso, a maggio scorso, ad annunciare sulla sua pagina Facebook: "Dopo 35 anni di soddisfazioni non posso più gestire il mio mito. Sono spesso all'ospedale di Careggi per terapie chemio. Alcuni di voi hanno da ritirare delle prenotazioni. Mi raccomando solo loro sul mio cellulare perché deve rimanere sempre libero per l'ospedale. Siete stati fantastici, vi abbraccio forte. Roby".

L'ultimo post sulla pagina ufficiale di Disco Mastelloni risale allo scorso 14 maggio. "Ragazzi come non essere super felice di tutti voi che mi avete seguito e avete contribuito ad essere un piccolo ma grande negozio conosciuto in tutta Italia, il merito è sempre stsato la vostra patrecipacione. Abbraccio ognuno di voi perchè senza di voi mai sarei diventato un mito, spero di dirvi prima possibile che tutto è risolto".

Un annuncio che 'Roby' purtroppo non ha potuto fare. Oggi, dopo la scomparsa, avvenuta nella serata di ieri, sono i fiorentini a rendergli, per l'ultima volta, un grande abbraccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento