Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Fiorentina, Commisso croce e delizia: scintille a Firenze sullo stadio, fumata bianca a Bagno a Ripoli sul centro sportivo

La Conferenza dei servizi dà il via libera al progetto per la nuova casa viola nel Ripolese. In città intanto un'intervista del presidente al Corriere Fiorentino scatena la reazione di Nardella

Arriva la fumata bianca dalla conferenza dei servizi per la realizzazione del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Bagno a Ripoli.

L’ultima seduta a cui hanno partecipato i rappresentanti di comune, regione, soprintendenza, e città metropolitana di Firenze, si è chiusa positivamente: tutti gli enti hanno espresso parere favorevole al progetto, rendendo più vicina la nascita della “Casa Viola” sul territorio ripolese.

Erano presenti anche i rappresentanti e i progettisti della società viola. “Sono molto soddisfatto – ha dichiarato il sindaco Francesco Casini -. Il progetto scaturito dal tavolo tecnico, dai progettisti e dalla volontà del presidente Rocco Commisso di realizzare un training center di altissimo livello sia sotto il profilo tecnico-sportivo che quello della sostenibilità, con un’attenzione all’inserimento paesaggistico pienamente condivisa dall’amministrazione, necessaria per un territorio di pregio come Bagno a Ripoli, è davvero di grandissima qualità".

"Sarà un valore aggiunto per il nostro comune, per Firenze e per tutta l’area metropolitana - ha aggiunto Casini -. Adesso procediamo spediti verso l’approvazione definitiva della variante urbanistica necessaria. Nei prossimi giorni il presidente del consiglio comunale convocherà la prossima seduta, prevista per metà ottobre, che chiuderà tutto l’iter".

A Firenze invece sta facendo molto rumore un'intervista concessa al Corriere Fiorentino dal patron viola.

In particolare, per un passaggio in cui Commisso sostiene che gli sarebbero stati suggeriti i nomi di professionisti ed aziende, per realizzare il nuovo impianto sportivo: “dovresti prendere questo architetto, dovesti chiedere a questa impresa. Per i seggiolini potresti sentire Tizio, per le strutture Caio, per i lavori Sempronio” dichiara Commisso.

Affermazioni che potrebbero sfiorare alcune ipotesi di reato e che - ha prontamente risposto Palazzo Vecchio - andrebbero evidentemente circostanziate e precisate.

“Le affermazioni del patron della Fiorentina Rocco Commisso, in un’intervista al Corriere Fiorentino, in merito a suggerimenti ricevuti sono oggettivamente gravi e inquietanti" ha dichiarato il sindaco Nardella.

"Credo che, se così fosse davvero, dichiarazioni del genere dovrebbero essere sostanziate con indicazioni precise di nomi e di fatti, soprattutto per consentire a me o ad altri amministratori pubblici di intervenire tempestivamente e drasticamente per garantire procedure e comportamenti trasparenti e corretti, e rilevare eventuali fatti da denunciare alle autorità giudiziarie” ha aggiunto il sindaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina, Commisso croce e delizia: scintille a Firenze sullo stadio, fumata bianca a Bagno a Ripoli sul centro sportivo

FirenzeToday è in caricamento