Cronaca

Fermata organizzazione dedita al traffico di droga e prostituzione

Due gruppi albanesi ed una decina d'italiani avevano creato una rete che sfruttava la prostituzione e smerciava stupefacenti. Stamani la polizia ha arrestato venticinque persone dell'organizzazione criminale

All’alba è scattata una maxi operazione della Squadra Mobile di Firenze che, diretta da Filippo Ferri con la collaborazione degli uffici di Milano, Siena ed Alessandria, ha catturato venticinque persone di un’organizzazione criminale legata agli ambienti malavitosi della prostituzione e del traffico di stupefacenti. La vicenda è iniziata nel novembre 2009, dopo il fermo di una prostituta di nazionalità russa. Le dichiarazioni della donna hanno aperto un filone di indagine nuovo riguardo ad ambienti e personaggi legati al mondo della prostituzione.

Da qui un’articolata attività investigativa ha permesso, nei mesi successivi, di disegnare i contorni di una complicata vicenda e di individuare i responsabili di una serie di reati: sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di donne da avviare alla prostituzione, traffico di stupefacenti alla ricettazione, furti in appartamento e violenza sessuale. Gli inquirenti hanno evidenziato l’esistenza di due gruppi albanesi implicati, con una decina di italiani, in questi traffici illeciti.

Il ruolo degli italiani consisteva principalmente nel controllo delle prostitute: accompagnarle sulle strade, avvisarle in caso di presenza delle Forze dell’Ordine, procurare i profilattici. Non a caso nel gruppo fanno parte due tassisti e un titolare di un’agenzia immobiliare. In particolare, quest’ultimo, forniva numerosi appartamenti ai gruppi criminali individuati, coprendo la propria attività illecita grazie a falsi contratti di locazione fatti a persone ignare che in passato avevano denunciato lo smarrimento dei documenti.

Prostituzione ma non solo; le attività illecite dell’organizzazione criminale, infatti, abbracciavano anche la produzione e lo spaccio di stupefacenti: lo scorso anno una serie di controlli effettuati proprio in quegli appartamenti gestiti dal titolare dell’agenzia immobiliare portò all’arresto di nove persone tra cui un ventiquattrenne albanese sorpreso con circa trentaquattro chili di eroina. Sulla base del grave quadro probatorio raccolto il Gip ha emesso undici ordinanze di custodia cautelare, cinque agli arresti domiciliari, otto obblighi di dimora e uno di presentazione alla P.G.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermata organizzazione dedita al traffico di droga e prostituzione

FirenzeToday è in caricamento