Cronaca

Giustizia, la Corte dei Conti assolve Renzi in appello: "Nessun danno erariale"

I fatti si riferiscono al 2005. In primo grado, il senatore era stato condannato a versare 15mila euro

La Corte dei Conti, terza sezione giurisdizionale di appello, ha accolto l'appello presentato dai legali di Matteo Renzi e assolto il leader di Italia Viva dall'accusa di danno erariale.

I fatti si riferivano al 2005, quando Renzi era presidente della provincia di Firenze e riguardavano il conferimento di quattro incarichi da direttore generale.

In primo grado, il senatore era stato condannato a versare 15mila euro e con lui erano stati condannat anche quattro direttori generali e un ex assessore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia, la Corte dei Conti assolve Renzi in appello: "Nessun danno erariale"

FirenzeToday è in caricamento