Cronaca

Coronavirus: tamponi gratis per le visite in Rsa

Via libera anche per i non vaccinati: necessario prenotare in struttura e chiedere codice per test

Tampone gratuito per i familiari che vogliono andare a visitare i loro cari nelle Rsa. La novità, annunciata da tempo dalla Regione, è finalmente operativa in Toscana, scrive l'edizione odierna de La Nazione. Ma come funziona concretamente?

Occorrerà prima di tutto prenotare la visita nella struttura interessata, quindi indirizzare, con una settimana di anticipo, una mail contenente il modulo per la visita e la copia di un documento di identità all'indirizzo visitesicure@sanita.toscana.it. A questo punto il richiedente riceverà il codice con il quale prenotare gratuitamente il tampone su prenotatampone.sanita.toscana.it.

Tutte le informazioni e il modulo sono disponibili al link www.regione.toscana.it/-/visite-nel le-rsa-rsd-e-strutture-residenziali-socio-sanitarie.

Le modalità di visita

Le visite nelle Rsa sono tornate possibili da alcune settimane, in base all'ordinanza regionale. Per effettuarle, spiega ancora La Nazione, occorre rispettare una delle tre condizioni: essere stati vaccinati (almeno 15 giorni dalla prima dose), aver avuto il Covid e risultare ormai guariti (per sei mesi a far data dall'attestazione di fine infezione), o, infine, aver fatto un tampone molecolare o antigenico rapido di terza generazione entro le precedenti 48 ore, con esito negativo.

Covid: via libera alle visite nelle Rsa

Tutte le visite devono essere programmate e gli accessi possono riguardare di norma non più di due visitatori per ospite per visita. Inoltre il contatto fisico tra familiare e ospite può essere preso in considerazione solo in particolari condizioni di esigenze relazionali e affettive.

Al loro ingresso i visitatori, oltre a esibire la certificazione verde Covid-19 (o attestazione analoga), sono sottoposti al protocollo di prevenzione: devono cioè compilare un questionario certificando di essere in buona salute; farsi misurare la temperatura; firmare il "Patto di condivisione del rischio"; osservare le consuete norme igienico-sanitarie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: tamponi gratis per le visite in Rsa

FirenzeToday è in caricamento