rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022

Coronavirus: le mascherine a casa, consegnate le prime 40mila / VIDEO

I volontari consegnano a domicilio i dispositivi di protezione 

Mascherine gratis per tutti e a domicilio. Come annunciato stanno arrivando le mascherine protettive, acquistate dalla Regione Toscana, che i volontari stanno portando nelle case. Stamani il via alle operazioni anche a Firenze. I cento volontari seguono i tabulati preparati dall'anagrafe con le indicazioni dei nuclei familiari (circa 180mila) e delle strade dove effettuare la consegna porta a porta.  Al momento nei cinque quartieri sono state consegnate quasi 40mila mascherine a oltre 10mila famiglie.

“È partita oggi la distribuzione gratuita delle mascherine per tutte le cittadine e i cittadini residenti nel Comune di Firenze – ha annunciato la vicesindaca Cristina Giachi che ha anche la delega alla protezione civile – è un primo giro, ne distribuiremo oltre 800mila a circa 180mila nuclei familiari. In un secondo momento passeremo ai non residenti ed ai domiciliati nella nostra città”. “Invito a stare tranquilli – ha aggiunto – ce ne sono per tutti e chi non viene intercettato in questo primo giro riceverà un’indicazione per farlo presente ed essere ricontattato. Lo potrà fare anche chi non è residente a Firenze”.

“I volontari in campo sono circa 200 – ha proseguito la vicesindaca – a regime dovremmo fare circa 20mila consegne al giorno per esaurire il primo giro di consegne in 10-15 giorni. Poi arriveranno altre mascherine ma siamo pronti, l’entusiasmo è molto e l’impegno è veramente tanto. Ringrazio i volontari e i dipendenti della protezione civile per il grande lavoro che stanno facendo, in un momento così difficile, per alleviare la preoccupazione dei cittadini e della cittadine”.

“Ribadisco ancora una volta – ha concluso – che i cittadini non dovranno dare soldi per ricevere le mascherine perché sono gratuite. I volontari della protezione civile sono  riconoscibili non solo dalla divisa dell’associazione dove svolgono servizio ma anche da un tesserino esposto sul petto, rilasciato dal Comune di Firenze. Non è necessario far entrare in casa, è sufficiente rispondere al citofono o avere consegna nella cassetta della posta o aprire uno spiraglio per lasciar passare la busta”. 

Oggi il sindaco Dario Nardella, che ha apprezzato l'iniziativa del presidente della Regione Rossi (qui l'ordinanza), ha affiancato il lavoro dei volontari. 

Intanto continuano i controlli anche per l'arrivo di giornate di sole. Proprio il primo cittadino ha ribadito che durante le festività pasquali saranno effettuati controlli a tappeto con l'utilizzo di droni e telecamere da sommare al lavoro in strada delle pattuglie della polizia municipale.
 

Video popolari

Coronavirus: le mascherine a casa, consegnate le prime 40mila / VIDEO

FirenzeToday è in caricamento