menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Coronavirus, primo bambino positivo a scuola: scatta la quarantena

E' successo alla International School o Florence, dove le lezioni sono già iniziate

Lo spauracchio si è materializzato. Primo bambino positivo al coronavirus a scuola, con due classi che sono quindi finite in quarantena. Ma com'è possibile, ci si potrà domandare, se la prima campanella suonerà lunedì 14 settembre, dopo lunghi mesi di chiusura?

La risposta è semplice: è successo all'International School of Florence, scuola privata 'di rango', con sede a Bagno a Ripoli, con lezioni inglese, dove studiano figli di vip o comunque di famiglie facoltose in grado di pagarsi la retta.

La conferma del primo caso positivo, come ricostruisce il quotidiano La Nazione, è avvenuta ieri, dopo un tampone su un bambino di seconda elementare, come confermato dall'Asl.

Alla 'scuola americana' le lezioni sono iniziate il 3 settembre, come ricostruisce La Nazione. Dopo i primi giorni di scuola, il bimbo domenica ha manifestato sintomi compatibili con il Covid ed i genitori hanno contattato la scuola e le autorità sanitarie.

Sono scattate le procedure del caso, secondo protocollo, con tutti i bambini iscritti alla seconda (due classi, che non condividono spazi con altre classi, che quindi hanno potuto proseguire regolarmente) rimasti a casa fin da lunedì, senza tornare a scuola, come pure due insegnanti.

In quarantena, riporta il quotidiano fiorentino, ci sarebbero ora due maestre e 14 bambini, tutti comunque in buona salute. Un altro caso positivo, riporta sempre La Nazione, si sarebbe verificato in un liceo del Mugello, dove, come nelle altre scuole, sono iniziati i corsi di recupero.

Lunedì tutti in classe ovunque. Il protocollo in caso un alunno abbia sintomi c'è: viene dotato di mascherina se non l'indossa già, accompagnato nel 'locale ad hoc' identificato dalla scuola, assistito dal 'referente Covid' (un professore che ogni scuola deve individuare), vengono chiamati genitori e medico di famiglia e scattano le procedure fino al tampone, con l'indagine sui contatti se risulta positivo. La ripartenza non si presenta facile. (Foto d'archivio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento