rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca Gavinana / Via Villamagna, 27A

Caro bollette, riparte la campagna “Noi non paghiamo”

Riapre lo sportello con assistenza legale in vista della fine del mercato tutelato, decine di famiglie fiorentine hanno già aderito all'iniziativa

Da giovedì 7 dicembre riapre lo sportello con assistenza legale al Centro Popolare Autogestito di via Villamagna per aderire alla campagna “Noi non paghiamo”, iniziata l'anno scorso sulle orme di quella lanciata dai cittadini britannici contro il caro bollette imperante. Alla campagna avrebbero aderito fino ad ora decine di famiglie fiorentine.

“Siamo riusciti a ottenere dilazioni dei tempi di pagamento e sconti altissimi in bolletta per alcune famiglie fiorentine – dicono i promotori della campagna che annovera alcune realtà come il collettivo di via del Leone e lo stesso Cpa – L'autoriduzione delle bollette si è rivelata uno strumento fondamentale per sostenere il reddito di famiglie che altrimenti sarebbero state in difficoltà nell'arrivare a fine mese”. 

Previsto un aumento delle adesioni

Lo sportello informativo sarà attivo ogni giovedì dalle 18 alle 20 negli spazi del Cpa al 27a di via Villamagna e sarà necessario presentarsi di persona. Stando ai promotori della campagna, con la fine del mercato tutelato prevista nei prossimi mesi, si andrà incontro ad un aumento delle difficoltà per le famiglie.

“Ci aspettiamo un aumento delle adesioni – spiegano i promotori – visto che la situazione non potrà che peggiorare già a partire dal prossimo anno quando, dal 10 gennaio per la luce e dal 1° aprile per il gas, il mercato tutelato verrà cancellato per lasciare spazio al mercato libero e le nostre bollette saranno quindi soggette a tutte le fluttuazioni e soprattutto alle speculazioni sulle materie prime fatte sul mercato finanziario". 

Un libretto informativo a gennaio

Sarà prevista ai primi di gennaio invece la diffusione di un piccolo libretto informativo prodotto dai promotori della campagna, in collaborazione con lo sportello legale, per allargare la pratica di autoriduzione insieme alla presentazione del dossier contenente dati e ricorsi fino ad oggi vinti. "Se le promesse del governo in carica durante la campagna elettorale furono quelle di un contenimento e di una riduzione delle bollette – chiariscono i promotori - la situazione che milioni di famiglie sono costrette ad affrontare è ben diversa".

Continua a leggere su Firenzetoday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, riparte la campagna “Noi non paghiamo”

FirenzeToday è in caricamento