Careggi: 230 lavoratori rischiano il posto

Sono gli addetti di Servizi Italia, a breve scade la gara d'appalto e il loro destino è incerto

230 lavoratori della Servizi Italia di Careggi, lavanderia che si occupa del lavaggio e sterilizzazione di dispositivi medici degli ospedali e strutture sanitarie della Asl Toscana, vivono un periodo difficile. A breve scade la gara d'appalto per i suddetti lavoratori e i sindacati lanciano un grido d'allarme.

"In attesa dell’esito della gara di appalto disposta dalla Estar Toscana, che prevede la consegna da parte delle aziende interessate delle offerte entro il 7 maggio 2019, su richiesta della Filctem Cgil, della Femca Cisl e della Rsu di Servizi Italia era stato fissato un incontro con l’assessore alla Sanità della Regione toscana Stefania Saccardi per martedì 16 aprile. Ma ieri pomeriggio è stato comunicato lo spostamento dell’incontro con l’assessore a data da destinarsi: visto l’approssimarsi della scadenza dell’appalto, i sindacati chiedono che l’incontro venga riconvocato urgentemente", scrivono in una nota le sigle sindacali.

I sindacati sono preoccupati per i 230 lavoratori  perché c'è la possibilità che non venga mantenuta la totale tenuta occupazionale determinando una situazione di grande incertezza.

Dall’esito della gara di appalto dipendono anche le sorti dei lavoratori Servizi Italia che lavorano preso la sede di via Lungo il Rio Freddo ma che, oltre a svolgere mansioni legate ai servizi inclusi nell’appalto, svolgono anche altri lavori (sempr per la Asl). 

"In caso di uscita di Servizi Italia - scrivono i sindacati - alcune mansioni potrebbero essere delocalizzate anche fuori regione. Se tale scenario si avverasse sarebbero a rischio diverse decine di posti di lavoro, si stima tra il 20% e il 30% dei 230 lavoratori attualmente occupati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine Filctem Cgil, Femca Cisl e Rsu chiedono: "Che sia salvaguardata la continuità lavorativa e la qualità di un servizio delicato, svolto dai lavoratori da anni con grande professionalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

  • Rifiuta di indossare la mascherina: caos in Piazza della Repubblica 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento