rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Ponte Santa Trinita

Ragazza salvata sul ponte Santa Trinita: il prefetto incontra e ringrazia i carabinieri 'eroi'

Laura Lega: "Esempio di professionalità e dedizione che testimonia l’impegno dell’Arma al servizio e a tutela dei cittadini”

Il prefetto di Firenze Laura Lega ha ricevuto a Palazzo Medici Riccardi i due carabinieri della stazione Uffizi che il 6 ottobre scorso hanno salvato una ragazza che stava per gettarsi in Arno dal ponte Santa Trinita.

L’appuntato Antonio Lopomo e il carabiniere Luigi Cassarà, accompagnati dal comandante provinciale dell’Arma Antonio Petti, hanno ricevuto il plauso del prefetto per il delicato intervento compiuto.

I due militari, che stavano svolgendo servizi di controllo del territorio, sono prontamente intervenuti perché si sono accorti della presenza di una ragazza, in stato di agitazione, sulla pigna del ponte.

Senza alcun indugio, l’appuntato Lopomo è saltato dal parapetto sul rostro e ha afferrato la ragazza ormai in bilico verso il vuoto. Con l’aiuto del collega Cassarà è riuscito a tranquillizzarla e a convincerla a risalire sul ponte, per poi affidarla alle cure mediche.

“L’operato dei due carabinieri, ha detto il Prefetto Lega, costituisce per tutti noi importante esempio di professionalità e dedizione, che testimonia l’impegno dell’Arma al servizio e a tutela dei cittadini”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza salvata sul ponte Santa Trinita: il prefetto incontra e ringrazia i carabinieri 'eroi'

FirenzeToday è in caricamento