Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Volantini in otto lingue per non farsi derubare in treno e stazione | FOTO

L'iniziativa giunta alla seconda edizione parte oggi e prosegue fino al 15 settembre. Volantini in otto lingue, cartelloni, adesivi e animazioni video, sui treni e nelle stazioni

La polizia distribusce volantini in stazione

Stamani è scattata alla stazione di Santa Maria Novella la campagna informativa “Stai attento! Fai la differenza”, sostenuta dal Gruppo FS Italiane e dalla Polizia Ferroviaria, per riconoscere gli stratagemmi utilizzati nelle stazioni e sui treni più affollati da ladri di bagagli, venditori abusivi, truffatori e borseggiatori. Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa proseguirà fino al 15 settembre.

I passeggeri troveranno volantini in italiano, inglese, francese, tedesco, russo, spagnolo, cinese e giapponese, dalla grafica immediata e di facile comprensione e una specifica cartellonistica. Lo scopo è fornire consigli su come prevenire sgradevoli episodi in partenza, in arrivo e durante il viaggio. Soprattutto nell’anno di Expo Milano 2015.

Molte le stazioni interessate dall’iniziativa: tutte quelle del network Alta Velocità, inclusa Rho Fiera Expo Milano 2015 a cui si aggiungono le stazioni delle Cinque Terre e quelle di Bari, Genova, Venezia, Verona, Brescia, Bolzano, Udine, Vicenza, Trieste, Padova, Piacenza, Rimini, Ancona, Pescara, Foggia, Lecce, oltre a Taranto, Reggio Calabria, Malpensa, Fiumicino Aeroporto, Pisa Aeroporto, Palermo, Villa San Giovanni, La Spezia e Lamezia Terme. 

Dall’inizio dell’anno sono stati 1.130 i furti a bordo treno, 1.957 quelli in stazione. Complessivamente sono più di 700 le persone arrestate dalla Polizia Ferroviaria ed oltre 6mila quelle denunciate all’Autorità Giudiziaria. Più di 91mila i servizi di vigilanza nelle stazioni e 24mila le pattuglie sui treni, con oltre 52mila treni scortati dalla Polizia Ferroviaria.

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volantini in otto lingue per non farsi derubare in treno e stazione | FOTO

FirenzeToday è in caricamento