Scappa da condanna per usura: arrestato in Uruguay dopo 6 anni

Era stato condannato per una vicenda di usura ai danni di alcuni antiquari fiorentini. Condannato nel 2005 scappò. Comunicava tramite skype, poi la telefonata alla figlia fatale per il suo ritrovamento

Un giro di usura fatta ai danni di alcuni antiquari fiorentini, l’indagine, l’arresto, il processo (2005) e la pena: 8 anni di reclusione. Tanto doveva scontare Giuliano Simoni, 63 anni; il giudice vista la non pericolosità del condannato, gli concesse la possibilità di non scontare la pena in carcere; ma anche questo non bastava così Simoni fece perdere le proprie tracce. Oggi, sei anni dopo la fuga, l’usuraio è stato ritrovato ed arrestato in Uruguay. La cosa non è stata semplice. Per lungo tempo i carabinieri, coordinati dal pm Luigi Bocciolini, hanno intercettato amici e parenti dell'uomo, ma mai una traccia, una pista. Tutto il flusso comunicativo passava via skype.

Poi un passo falso: l’uomo chiama la figlia, il telefono intercettato permette di rintracciare il segnale. Quella voce arriva da un altro emisfero, direttamente da un piccolo paese uruguagio. Scatta la segnalazione alle autorità locali che arrestano Simoni a seguito di un mandato di cattura internazionale. Adesso il fuggitivo è in attesa dell’estradizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Ponte da Verrazzano: donna cade in Arno / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento