menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Movimento per la Casa denuncia: “60enne aggredita da neofascisti, naso rotto”

Solidarietà da Tommaso Fattori di 'Toscana a Sinistra': “Episodio grave, identificare gli autori”

Una donna minuta, di oltre 60 anni, aggredita “da cinque energumeni fascisti”, buttata a terra e presa a calci fino a romperle il naso e gli occhiali. E' la denuncia, con un post su Facebook, del Movimento di lotta per la Casa. L'aggressione, denuncia il Movimento, è avvenuta alle 22 circa di sabato scorso, 6 giugno, dopo la manifestazione per George Floyd e il presidio in solidarietà con Black Live Matters al consolato americano.

“Un fatto gravissimo si è consumato ieri sera (sabato, ndr) alle 22 circa, in pieno centro storico, al termine di una giornata di lotta e solidarietà. Una compagna del movimento, Annina, stava rincasando quando è stata aggredita alle spalle da 5 energumeni fascisti che probabilmente avendola riconosciuta le si sono scagliati addosso”, si legge nel post su Facebook.

“Vi descrivo Anna per chi non la conosce, una fiera compagna, un passerotto d'assalto di 40 kg con i capelli argento, una nonna. Nonostante tutto si è difesa con onore e ne ha 'stesi' 3 poi un pugno in faccia ha steso lei, l'hanno presa a calci nelle costole, le hanno rotto il naso e gli occhiali, i quali per fortuna non hanno rilasciato schegge che potevano seriamente danneggiare gli occhi”, si legge ancora.

Il Movimento scrive che la donna “non ha denunciato, non è andata in ospedale perché non ci crede più essendo la seconda volta che le succede e non avendo avuto nessuna giustizia malgrado un referto di 21 giorni, il che ha ferito oltre che il suo corpo anche il suo orgoglio”.

Alla donna è arrivata la solidarietà di Tommaso Fattori, candidato a presidente della Regione per 'Toscana a Sinistra'. “Solidarietà alla vittima aggredita da energumeni di estrema destra. Sono sbalordito e arrabbiato. Gravi episodi di stampo neofascista sono sempre più frequenti, dobbiamo fare tutto il possibile perché gli autori di questi fatti vengano identificati e perché non si verifichino nuove violenze e nuovi atti intimidatori di matrice neofascista”, ha dichiarato Fattori, ricordando tra le altre cose la svastica comparsa pochi giorni fa di fronte alla casa di una famiglia di origine ebraica in zona Campo di Marte.

Il Movimento di lotta per la casa ha indetto una manifestazione per questo sabato, 13 giugno, alle 17 in piazza Santa Croce per denunciare l'accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento