menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione a due agenti di polizia nel carcere minorile Meucci

Domenica due agenti di polizia penitenziaria sono stati aggrediti da alcuni giovani nordafricani all'interno dell'istituto minorile Meucci. Il sindacato lancia l'allarme per le difficoltà nelle carceri

Un’aggressione ingiustificata e violenta l’ha definita il sindacato di polizia penitenziaria. Domenica due agenti sono stati aggrediti nell’Istituto minorile “Meucci” di Firenze, da alcuni detenuti nordafricani. Entrambi gli agenti sono finiti al pronto soccorso, con traumi e prognosi di 12 giorni. Lo rivela Pasquale Salemme, Segretario Nazionale del S.A.P.Pe., sindacato autonomo di polizia penitenziaria, che rivendica l’assenza di sicurezza negli Istituti penitenziari della Toscana.  "Ancora una volta denunciamo la grave difficoltà penitenziaria della Regione, con la presenza di circa 4500 detenuti".

ORGANICO – Il sindacato indica come colpevole di queste situazioni la mancanza di personale . “In questo periodo, a fronte di un organico di Polizia Penitenziaria previsto in 3.021 unità, abbiamo in servizio, nei 21 penitenziari della Regione (compresi i Minorili), circa 2.200 tra uomini e donne; e da questo numero vanno detratti i poliziotti impiegati presso i Nuclei Traduzioni e Piantonamenti per assicurare i precipui compiti istitzionali, numero questo per altro anch'esso insoddisfacente rispetto alle reali necessità. Mancano, inoltre, le risorse economiche per saldare le missioni dello scorso anno al personale dei Nuclei. Non si può, inoltre, sottacere sulla drammatica carenza dei Direttori penitenziari, che si riflette direttamente sul personale di polizia, costretti alla reggenza di più Istituti penitenziari contemporaneamente e che per tutto il mese di maggio hanno proclamato uno sciopero territoriale. Servono risposte certe e urgenti da parte dell'Amministrazione Penitenziaria che deve assegnare con urgenza almeno 100 unità di Polizia Penitenziaria, Direttori e le altre figure professionali mancati. La situazione rischia di degenerare con l’approssimarsi dell’estate che comporterà un’ulteriore riduzione del personale di polizia penitenziaria e l’aumento dei soggetti ristretti”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Casting per il nuovo film di Pieraccioni: come fare domanda

social

Cake Star a Prato: le tre pasticcerie in sfida

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento