rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Juve-Fiorentina, Italiano: "Dobbiamo darci una svegliata. A Torino con fame e determinazione"

Il tecnico della squadra viola ha parlato ai media ufficiali del club alla vigilia della trasferta dell'Allianz Stadium

"Dobbiamo darci una svegliata, perché continuiamo ad esprimerci bene ma a raccogliere poco. Non stiamo avendo la fame e la cattiveria necessarie a ottenere punti" ha esordito così Vincenzo Italiano, parlando ai canali ufficiali della Fiorentina alla vigilia della trasferta di Torino con la Juventus. 

"Le prestazioni ci sono - ha aggiunto - ma per renderle di livello ci sta mancando l'ultimo guizzo, e purtroppo quest'anno è una costante. Continueremo a proporre e fare quello che sappiamo fare, sono convinto che fino alla fine riusciremo a fare il salto di qualità".

Italiano dovrà ponderare bene le scelte di formazione in virtù delle prossime partite con poco intervallo tra loro: "Ci aspettano tre impegni ravvicinati, è un tour de force che stiamo vivendo da inizio anno al quale ci siamo abituati. In questo momento, però, conta solo la partita con la Juventus, abbiamo pensato solo a quella. Sicuramente bisogna tener conto dei prossimi impegni, ma per ora l'obiettivo è fare bene contro i bianconeri. Dal giorno dopo penseremo agli impegni successivi".

Per la gara di Torino, Italiano recupera una pedina importante: "Castrovilli sarà con ni, Sottil ancora no. Riccardo ha svolto la sua prima settimana in gruppo ma non è ancora a diposizione, sta spingendo per accelerare, tra qualche settimana avrà una condizione più alta e tornerà con noi".

In un momento in cui le cose non vanno bene, la sfida con la Juventus conta ancora di più del solito: "Conosciamo l'importanza di questa partita, i tifosi ce lo ricordano ogni giorno. Anche stamattina c'è stato un incontro con i ragazzi della Fiesole, che ci hanno manifestato la loro vicinanza. È stato un confronto davvero schietto e onesto, tutti dobbiamo cercare di dare di più".

Questa volta Italiano ha avuto una settimana per preparare la partita: "È una gara difficile, sappiamo che la Juve sarà agguerrita, dopo la penalizzazione ha voglia di rifarsi. Dobbiamo far meglio con queste squadre forti, con pochi punti deboli. Ci siamo preparati nel modo giusto, ma come sappiamo a fame e cattiveria faranno la differenza, ci serve questo oltre a tattica e strategia. Vanno affrontati con grande attenzione e determinazione, altrimenti diventa complicata. Va considerato uno scontro da dentro o fuori".

Ultima battuta dedicata a Commisso: "Quando è con noi il presidente ci trasmette la sua vicinanza e il suo sostegno. Anche lui è dispiaciuto come noi per le nostre difficoltà in campionato e questo ci dispiace. Siamo consapevoli che dobbiamo migliorare. Siamo ancora in corsa in tre competizioni, giocandoci le nostre carte nel modo giusto possiamo fare un gran finale di stagione. Ora però l'obiettivo primario è di riprenderci in campionato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve-Fiorentina, Italiano: "Dobbiamo darci una svegliata. A Torino con fame e determinazione"

FirenzeToday è in caricamento