Calcio

Genoa-Fiorentina 1-2: Saponara-Bonaventura, i viola passano anche a Marassi

Secondo successo di fila in trasferta per la Fiorentina, terzo consecutivo in campionato: Vlahović in giornata no, decidono il match nella ripresa i due centrocampisti. Nel finale Criscito accorcia le distanze su calcio di rigore

Tre vittorie di fila in quattro partite di campionato per la Fiorentina che ha espugnato il campo del Genoa: 0-2 il risultato della sfida di Marassi valevole per il quarto turno di Serie A. Decisive le reti di Saponara e Bonaventura, realizzate entrambe nella ripresa. Per il Genoa a segno Criscito su calcio di rigore nei minuti di recupero del secondo tempo.

Sorridono Vincenzo Italiano e i suoi, che portano a casa altri tre punti dopo i successi con Torino e Atalanta. Il nuovo tecnico, che ha avuto subito un impatto sul gioco e le prestazioni della squadra, è il protagonista del miglior avvio in campionato dell'era Commisso. I suoi portano a casa la seconda vittoria in trasferta dopo il blitz di Bergamo e con questo successo salgono a quota 9 punti agganciando momentaneamente Roma, Milan e Napoli che però devono ancora giocare.

Miglior modo di arrivare alla difficile partita in casa con l'Inter di martedì sera, in occasione del primo turno infrasettimanale di questa stagione, davvero non poteva esserci.

Genoa-Fiorentina, la cronaca

Prime rotazioni per Italiano, in vista dei tre impegni in una settimana: riposano Milenkovic e Torreira, al centro della difesa ci sono Martinez Quarta e Igor, mentre il vertice basso è Pulgar, confermato il resto della formazione. Prima conclusione in porta dell'incontro al 17' su un calcio di punizione di Biraghi ben indirizzato, respinto in corner da Sirigu. Il capitano viola ci aveva già provato al 9', questa volta su azione, ma il suo tiro era terminato ampiamente largo. Al 23' episodio sfortunato per i gigliati: Castrovilli nel tentativo di intercettare un cross sul secondo palo, rovina sul montante battendo il fianco ed è costretto a issare bandiera bianca. Al suo posto entra subito Duncan. Anche il Genoa si rende pericoloso al 25': errato disimpegno della difesa viola, la pressione rossoblu libera al tiro Destro che però viene murato da Dragowski in uscita. Pericoloso Nico González al 33', l'argentino però viene chiuso in corner un istante prima di riuscire a calciare. Anche Bonaventura prova a soprendere Sirigu ma il portiere genoano si rifugia in corner sul bel tentativo del viola.

Subito un cambio tra le fila dei toscani durante l'intervallo: González, toccato duro nel finale di tempo, viene sostituito da Saponara. La ripresa inizia con un doppio tentativo dei padroni di casa con le conclusioni di Fares e Melegoni, entrambe murate, ma è la Fiorentina a dare l'idea di essere più pericolosa, specialmente quando va vicina al bersaglio con Biraghi, trovato libero da Callejón sul secondo palo. Superata l'ora di gioco, subito dopo un tentativo fuori bersaglio di Rovella, il risultato cambia: Bonaventura sventaglia il pallone verso sinistra, Saponara controlla e converge verso il centro lasciando partire un destro imparabile per Sirigu. Fiorentina in vantaggio 0-1 al minuto 61'. Al 65' proteste per un potenziale contatto in area viola tra l'ex Behrami e Pulgar, dopo un check del VAR il direttore di gara Marinelli lascia correre. Grande occasione per Duncan, al 69': sberla del ghanese dal limite dell'area genoana, super riflesso di Sirigu, ancora una volta decisivo con la deviazione in angolo. Nell'ultimo spezzone di gara Italiano opera altri tre cambi: Amrabat prende il posto di Pulgar e in seguito Benassi e Kokorin sostituiscono Odriozola e uno spento Vlahovi?. A due minuti dal 90' la Viola trova anche il gol del raddoppio: questa volta la firma è di Bonaventura, che batte di prima intenzione sull'assist a volo di un ispiratissimo Saponara, lesto a rendere giocabile il pallone respinto pochi istanti prima da Sirigu sul traversone basso e teso di Biraghi. Sembra finita, ma durante i 6' di recupero Igor commette fallo in area sull'ex Badelj. Dopo il check del VAR, l'arbitro conferma la massima punizione: dal dischetto va Criscito che col mancino spiazza Dragowski e fissa il risultato sull'1-2 finale.

Genoa-Fiorentina 1-2: il tabellino

GENOA (3-5-1-1): Sirigu; Vanheusden, Criscito, Maksimovic; Cambiaso (59' Biraschi), Rovella, Badelj, Touré (64' Behrami), Fares (64' Kallon); Melegoni (53' Hernani), Destro (53' Pandev). A disp.: Semper, Marchetti, Bani, Vasquez, Ghiglione, Bianchi, Portanova. All. Ballardini

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Odriozola (80' Benassi), Martinez Quarta, Igor, Biraghi; Bonaventura, Pulgar (78' Amrabat), Castrovilli (24' Duncan); Callejón, Vlahovi? (80' Kokorin), González. A disp.: Terracciano, Milenkovi?, Maleh, Terzic, Torreira, Sottil, Nastasi?. All. Italiano

Arbitro: Marinelli di Tivoli
Assistenti: Meli – Colarossi
IV: Santoro
VAR: Chiffi
AVAR: Cecconi

Marcatori: 61' Saponara (F), 89' Bonaventura (F), 90'+7 rig. Criscito (G)
Note - ammoniti Touré, Criscito, Vanheusden, Behrami (G), Odriozola, Biraghi, Kokorin (F). Recupero: 5' p.t., 6' s.t.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa-Fiorentina 1-2: Saponara-Bonaventura, i viola passano anche a Marassi

FirenzeToday è in caricamento