rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politica

Bandini (Vita): “No ai vaccini Covid e a quelli per i bambini, stop a 5G, green pass e abolizione dell'ordine dei medici”

Esponente 'no vax', ex candidato sindaco a Sesto per i '3V' ('Vaccini vogliamo verità'), è candidato alla Camera. E' anche per l'uscita dall'euro: “Ci ha impoverito”

Trentasei anni, una figlia, titolare di un negozio di abbigliamento. Il 'no vax' Luca Bandini, candidato lo scorso anno a sindaco di Sesto Fiorentino con i '3V' ('Vaccini vogliamo verità', prese l'1,7%), è ora candidato alla Camera in Toscana, nel proporzionale che comprende Firenze e nell'uninominale di Scandicci, per il partito 'Vita'.

La “principale battaglia” è contro i “cosiddetti vaccini Covid”, ritenuti “pericolosi e inutili”. Ma vorrebbe anche l'abolizione dei vaccini obbligatori per i bambini, perché, secondo Bandini, “tante malattie” sarebbero “scomparse per i miglioramenti delle condizioni igienico sanitarie e non per i vaccini”.

Quanto al termine 'no vax', “è improprio” replica “perché noi siamo contro l'obbligo vaccinale e dunque per la libertà di scelta, ognuno faccia ciò che vuole”.

Bandini, quali le vostre priorità?

“Rispetto della Costituzione, tradita dagli attuali partiti, abolizione di qualsiasi obbligo vaccinale e di ogni misura in contrasto con il principio di autodeterminazione della persona umana, sovranità monetaria, energetica ed alimentare”.

Parliamo dei vaccini anti Covid

“I cosiddetti vaccini Covid sono pericolosi ed inutili. Non prevengono la malattia, non fermano il contagio, non riducono i sintomi e provocano moltissimi effetti avversi anche gravi”.

La stragrande maggioranza della comunità scientifica è favorevole e non risultano così tanti effetti gravi come denunciate

“Gli organismi di controllo, Oms o Ema, sono collusi ad un sistema che li vede finanziati da privati e case farmaceutiche. Le persone colpite da effetti gravi ci sono ma i casi non emergono a causa di questo sistema colluso. Non ha senso iniettare un siero che non ferma il contagio, non è sufficientemente sperimentato e, ripeto, è altamente pericoloso”.

Nei vaccinati diminuiscono i sintomi gravi

“I sintomi sono più lievi perché è mutato il virus. La quasi totalità delle persone avrebbe avuto comunque un decorso della malattia in forma lieve. Sono state negate cure domiciliari e anti infiammatori, che avrebbero evitato moltissimi ricoveri. Il protocollo 'paracetamolo e vigile attesa' è stato criminale, funzionale a non curare le persone e far apparire il vaccino come unica via”.

Ovviamente contrari anche al green pass

“Certo, una misura punitiva per costringere con il ricatto le persone al vaccino. Doveva garantire di trovarsi tra persone non infette, in ambienti sicuri. Così non è stato ma intanto milioni di italiani come me, non vaccinati, hanno subito emarginazione e negazione di diritti fondamentali come il lavoro”.

Siete anche contro il 5G

“C'è già un pesante inquinamento elettromagnetico e ci sono danni accertati alla salute dal 4G. Conosciamo pochissimo il 5G, potenzialmente pericoloso per la salute. Siamo già una società fin troppo iper connessa, funziona bene la fibra ottica, implementiamo quella”.

E' favorevole all'aborto?

“La libertà di scelta deve essere totale, ma ogni aborto è una sconfitta. Lo Stato deve lavorare per eliminare le cause che portano le donne a tale scelta, come difficoltà economiche o sociali. Il rispetto della vita resti al centro”.

Volete il “ripristino della sovranità nazionale”, cioè?

“Un paese non è sovrano se non ha il controllo su moneta ed economia. Ora invece siamo in balia dei mercati e di un sistema speculativo finanziario pilotato da interessi sovranazionali che ci penalizza e ci mantiene in una costante precarietà. Anche lo sovranità energetica ò fondamentale”.

Quindi siete per l'uscita da euro, Nato e Unione Europea

“L’euro ci ha impoveriti. La moneta, ripeto, deve essere in mano allo Stato. Vogliamo una moneta nazionale e una banca centrale che regoli la moneta in circolazione e i tassi d’interesse. Quanto alla Nato, è nata con scopi difensivi ma si è trasformata in un’alleanza aggressiva ed una minaccia costante alla pace nel mondo. Non scordiamo i bombardamenti in Serbia a fine anni '90 e i continui atteggiamenti di sfida alla Russia perpetrati in questi anni. L’Italia invece deve essere una paese neutrale e pacifico”.

Che modello di sanità avete in mente?

“Pubblica e gratuita, che rimetta al centro l’interesse della salute e non del profitto. Libertà assoluta dei medici di esercitare, abolizione degli ordini dei medici che sottostanno ai diktat della politica e agli interessi delle case farmaceutiche. Sostegno alla ricerca libera e indipendente”.

E di lavoro?

“Sburocratizzazione e agevolazioni per le attività locali, partite iva, piccole e medie imprese e un vigoroso taglio alle imposte. Protezione e controllo degli asset strategici industriali”.

Anche voi per la flat tax, non è iniqua e anticostituzionale?

“No, una tassa piatta al 20% è un punto di partenza accettabile e molto minore rispetto alla pressione fiscale attuale, che per dipendenti e partite iva arriva fino al 60%. Prevediamo una tassazione maggiore per i grandi capitali”.

Temi locali: favorevoli ad ampliamento dell'aeroporto di Peretola e tunnel tav?

“No, totalmente contrari. Sono opere inutili e altamente dannose per ambiente e salute delle persone”.

La prima proposta di legge che porterebbe in parlamento

“L'immediata abolizione della legge 119 del 2017, che prevede dieci vaccini obbligatori per i bambini”.

Elezioni: tutti i candidati e le le interviste

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandini (Vita): “No ai vaccini Covid e a quelli per i bambini, stop a 5G, green pass e abolizione dell'ordine dei medici”

FirenzeToday è in caricamento