menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Ewa Urban da Pixabay

Foto di Ewa Urban da Pixabay

Sanità e Coronavirus, Marcheschi:  “Rivedere contratti dipendenti farmacie private"

"Serve un riconoscimento economico da parte della Regione Toscana"

Nel mesi del coronavirus la Sanità continua a tenere banco. Il consigliere Paolo Marcheschi (Fdi) chiede maggiori tutele e l'adeguamento del contratto per i lavoratori delle farmacie private.  “L’emergenza sanitaria ha messo in luce l’urgenza di procedere al rinnovo del contratto nazionale per i dipendenti delle farmacie private scaduto da oltre sette anni. Anche loro, come medici e infermieri, hanno fatto gli straordinari durante l’emergenza Covid ma si ritrovano con un contratto fermo, il Governo deve passare dagli elogi a parole ai fatti concreti. La farmacia, in riferimento al rischio di contagio, è classificata ufficialmente da Inail nella fascia più alta e, nonostante questo, nell’emergenza, i farmacisti continuano ad assicurare alla popolazione accesso al farmaco, nonché supporto sul territorio per la salute dei cittadini. I farmacisti svolgono un ruolo fondamentale per l’efficienza dell’assistenza farmaceutica ed il sostegno della salute dei pazienti mostrando grande spirito di servizio -dichiara il Consigliere regionale - Oltre all’adeguamento economico, è ancora più importante riconoscere la professionalità degli addetti. Il Governo deve fare urgentemente la sua parte, nel frattempo, mentre a livello nazionale viene rivisto il contratto, la Regione toscana deve intervenire con un doveroso riconoscimento economico per il prezioso lavoro svolto”.

 
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento