Venerdì, 19 Luglio 2024
Le precauzioni

Tunnel Tav, opere per proteggere la Fortezza e sensori per viale Lavagnini. Bartaloni: "Fino a 18 millimetri di movimenti"

La talpa potrebbe portare problemi al piano stradale stando a un documento inviatogli da Rfi

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Mura di cemento per proteggere la Fortezza da Basso e sensori di monitoraggio per seguire i lavori su viale Lavagnini sui quali potrebbero avvenire "fino a 18 millimetri di movimenti" del piano stradale, come riferito dal presidente di Tram Spa, Fabrizio Bartaloni, a seguito di un documento inviatogli dalla Rfi sui possibili problemi dei lavori per il doppio tunnel dell'alta velocità. Dopo il problema crepe dei giorni scorsi, sono le novità riportate dal quotidiano La Repubblica, per cercare di evitare nuovi problemi durante gli scavi della Tav.

La Fortezza 

Le gallerie per la costruzione della Tav passeranno sotto ai bastioni Cavaniglia e Rastriglia della Fortezza in un cantiere di oltre due anni. Per cercare di prevenire danni, sono state pensate delle opere di compensazione – visibili da luglio - che prevedono la realizzazione di quattro mura di fortificazione larghe 8 metri e profonde 3 e mezza, che saranno fatte una di fronte alla Porta di Carra, una nel parcheggio davanti la Dogana e le altre due al bastione Rastriglia e Cavaniglia. A seguire il tutto dall'alto, ci penserà un radar satellitare. 

Viale Lavagnini

"Nel documento si parla di uno scostamento di 18 millimetri" ha detto Bartaloni riferito al documento sui lavori in viale Lavagnini. Mentre resta da capire in che modo questo avverrebbe e cosa eventualmente potrebbe comportare, il rimpallo delle responsabilità sui problemi dettati dal passaggio della talpa Iris per il tunnel Tav continua. Un rimpallo al quale si aggiungono diverse previsioni di possibile abbassamento del terreno tra i comitati che parlano di 5 centimetri mentre Ferrovie ribatte 2, e per il quale si pensa di provare ad attenzionare al massimo la situazione. Le Ferrovie infatti si impegneranno a mettere dei sensori di monitoraggio insieme a fare delle perizie delle stato delle opere per trovare possibili danni futuri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tunnel Tav, opere per proteggere la Fortezza e sensori per viale Lavagnini. Bartaloni: "Fino a 18 millimetri di movimenti"
FirenzeToday è in caricamento