Anziani nel mirino

Truffe online: “ripuliti” di 80mila euro

La polizia postale è riuscita a effettuare il sequestro preventivo delle somme, denunciati due 23enni

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Due distinte truffe online, vittime due anziani che si sono visti ripulire i rispettivi conti: 29mila euro in un caso, 50mila nell’altro somme di cui la polizia postale di Firenze è riuscita a effettuare il sequestro preventivo. I due episodi sono avvenuti a distanza di pochi giorni, protagonisti altrettanti giovani campani, entrambi 23enni. 

Nel primo caso, secondo quanto ricostruito, un anziano ha ricevuto un sms che lo avvisava della necessità di bloccare un movimento sospetto in uscita, indicando persino l’importo dell’ipotetica transazione. Si tratta dello smishing, una truffa il cui nome deriva dall’unione di sms ossia messaggio di testo inviato tramite cellulare e phishing).

Il messaggio conteneva il link ad una falsa pagina di autenticazione, in cui veniva chiesto di inserire i dati di accesso al proprio home banking. La vittima ha seguito le indicazioni e così il truffatore è stato in grado di “leggere” le credenziali dell’uomo, usandole subito per accedere al conto e sottrare quanto presente, effettuando bonifici e altre operazioni, per oltre 29mila euro.

Nel caso della donna, invece, è la telefonata di un falso operatore (vishing ossia voice e phishing) per informarla di alcuni tentativi di hackeraggio del suo conto bancario, dicendole di cliccare sul link che le sarebbe stato inviato: l’epilogo è inevitabilmente lo stesso, per un importo di 50mila euro.

Fortunatamente gli investigatori del Centro operativo per la sicurezza cibernetica della polizia postale per la Toscana sono stati in grado di individuare i due intestatari dei conti correnti beneficiari dei bonifici fraudolentemente effettuati, “congelando” l’importo al fine di impedire che il denaro potesse essere prelevato o inviato “a cascata” su altri conti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe online: “ripuliti” di 80mila euro
FirenzeToday è in caricamento